Ven. Lug 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Un milione e 100mila italiani vive di politica? Dite la vostra

2 min read
Il dato emerge da uno studio della Uil sui costi della politica

Sono oltre un milione e 100mila le persone che vivono di politica pari al 4,9% del totale degli occupati. Il dato emerge da uno studio della Uil sui costi della politica. Il report evidenzia che il funzionamento degli organi istituzionali centrali e territoriali della Repubblica costa 6,4 miliardi di euro. In pratica, 209 euro per ogni contribuente. Nel 2012, per giunte e consigli regionali sono stati stanziati 1,1 miliardi di euro pari a 38 euro medi per contribuente. Vengono invece stanziati 2,1 miliardi di euro per il funzionamento di giunte e consigli provinciali e comunali pari a 70 euro medi per contribuente. La Uil sottolinea che un esercito composto da quasi 144mila tra parlamentari, ministri, amministratori locali di cui 1.067 parlamentari nazionali ed europei, ministri e sottosegretari; 1.356 presidenti, assessori e consiglieri regionali; 3.853 presidenti, assessori e consiglieri provinciali; 137.660 sindaci, assessori e consiglieri comunali, a cui aggiungere la pletora di persone di Cda di aziende pubbliche, consulenti, apparato politico. Per quanto riguarda le regioni, nel 2012 complessivamente gli stanziamenti per il funzionamento di giunte e consigli sono diminuiti dell’1,6% rispetto al 2011. Il calo riguarda 12 regioni, mentre nelle restanti nove, continua il trend di aumento, tutto ripartito tra Centro-Nord e Mezzogiorno.
L’aumento più consistente negli stanziamenti del 2012, in termini percentuali, si registra in Molise con il 15,3% rispetto all’anno precedente; nel Lazio con il 5,2%; in Veneto 3,2%; in Sardegna 2,5%; in Campania 1,3%. In valori assoluti, nel Lazio, lo stanziamento del 2012, aumenta di 6,8 milioni di euro rispetto al 2011; in Molise di 4,8 milioni di euro; in Sardegna di 2,6 milioni di euro; in Veneto di 2,2 milioni di euro; in Campania di 1,1 milioni di euro. Gli stanziamenti, nel 2012, diminuiscono, invece, in Calabria del 15,1%, rispetto al 2011; del 9,2% in Toscana; 9,1% nella Provincia Autonoma di Trento; 8,8% in Liguria; 5,3% in Abruzzo.
La spesa più alta per quest’anno si registra in Sicilia dove tra giunta e consiglio gli stanziamenti 2012 ammontano ad oltre 162,2 milioni di euro, rispetto ai 158,3 milioni del 2010 e ai 162,2 milioni di euro del 2011; nel Lazio l’importo per tali spese passa dai 128,3 milioni del 2010 ai 132 milioni di euro del 2011, per arrivare ai 138,8 milioni di euro del 2012; in Sardegna nel 2012 sono stati stanziati 104 milioni di euro, passando per i 104,2 milioni di euro del 2010 e i 101,8 milioni di euro nel 2011; in Campania 83,9 milioni di euro, mentre nel 2010 erano 88,6 milioni di euro, nel 2011 82,9 milioni di euro; in Piemonte 74,2 milioni di euro nel 2012, a fronte dei 64,9 milioni di euro del 2010 e i 74,1 milioni di euro del 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *