Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » MummyBook » Love is a many-splendored thing

Love is a many-splendored thing

Love is a many-splendored thing
di Nicoletta Tancredi

image

“Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”.
Sì, lo so, è sdolcinato, fa troppo anni Ottanta, ma stamattina ho pensato a Venditti. Quando ho visto occhi innamorati incontrarsi di nuovo. E, io altrettanto gioiosa in cuor mio, Cupido! Eh sì, l’ho scoccata io la nuova freccia, il dardo boomerang, quello che ritorna nonostante tutto. Sono soddisfazioni. Lo so, lo so, mio marito dice che non dovrei mettermi in mezzo a certe situazioni, che dovrei evitarle in qualche modo. Ma fa presto a parlare lui. Tu che vuoi? È più forte di me. Io sono una che vive sull’onda dell’entusiasmo e delle emozioni. La sua?Invidia, credete a me. Eh sì, perché io ci avevo visto bene, anzi benissimo. Gliel’avevo detto, canticchiando: faranno anche dei “giri immensi”, ma poi si ritroveranno. Lui invece no, scettico, pessimista, mai una speranza… Insomma può anche venirmi a dire che non sono una brava massaia – cosa che, sia chiaro, ho sempre saputo e non gli ho mai tenuto segreta – ma su certe cose, invece, ho fiuto, istinto, o più precisamente “fede”.
Così, considerato pure che da quando è nata Paola il lavoro a casa è aumentato, e poi con Camilla decuplicato, e che qui c’è sempre da fare e non si finisce mai, e che la lavatrice gira come la Terra intorno al Sole (ovvero sempre), io su certe cose sono imbattibile. Perciò anche se ne colleziono di insuccessi, di bucati bianchi tinti dal viola al rosa pallido, passando per il lilla e affini, di mollette suicidatesi, lanciandosi “volontariamente” giù dal terzo piano, per sottrarsi alle grinfie di Paola che altrimenti le smonta a metà, di camicie stirate velocemente e con gran soddisfazione, per poi accorgermi delle maniche (lunghe) ancora stropicciate, ebbene io certe cose le sento.
E anche se nell’armadio c’è un contenitore salvaspazio dove sono finiti tutti i calzini in cerca di un’anima gemella, come in un’agenzia matrimoniale dell’intimo, anche se mio marito, nel mettere gli antiscivolo di Paola nella cesta dei panni sporchi, aveva guardato Minnie e Topolino (che ci sono disegnati sopra), dicendo loro “salutatevi!”, beh… io lo sapevo che invece, magari non stamattina, come è stato, ma presto, nonostante Minnie sia andata a fare quattro passi con Paperino e Topolino con uno strano orsetto senza nome, io lo sapevo che presto sarebbero tornati appaiati.

Piccole e (in)confutabili verità di Mummybook

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 129

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto