Mer. Lug 17th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Mesto va al Napoli, non era meglio Schelotto?

2 min read
Poco prima delle 13 di oggi è iniziato un nuovo summit tra Napoli e Genoa, al quale partecipano Bigon, Capozucco e Moreno Roggi: si cerca la fumata bianca.

E finalmente l’accordo tra Napoli e Genova è arrivato. Mesto è da pochissimo un calciatore del Napoli, Schelotto rimane dove è. Ma la domanda rimane: non era meglio il calciatore dell’Atalanta nel ruolo di esterno destro? Dopo quanto successo ieri poco prima delle 13,00 di oggi è iniziato un nuovo summit tra Napoli e Genoa, al quale partecipano Bigon, Capozucco e Moreno Roggi: si cerca la fumata bianca. Intanto, la trattativa col Genoa per Giandomenico Mesto sembra aver stancato il Napoli. Secondo quanto riferito da Sky Sport il Napoli ha trovato intanto l’accordo con l’Atalanta per Ezequiel Schelotto e quindi aspetta Mesto per altre due ore. Non di più. Ieri il colpo di scena, oggi riparte la maratona. Ma Bigon prova a giocare su più tavoli: ha già pronta l’alternativa, Schelotto dell’Atalanta. Ieri il Napoli lavorava per il prestito di Mesto, ma il Genoa spingeva per la cessione definitiva. All’improvviso l’affare si è bloccato, soprattutto dopo che Preziosi aveva ceduto Tomovic alla Fiorentina. Così si è dovuto la brusca frenata. Ma il Napoli non vuole correre il rischio di arrivare alle 19.01 senza un nuovo esterno di fascia destra. Così questa mattina è partito, in contemporanea, con forza anche l’assalto a Schelotto, con una strategia ben precisa: 5,5 milioni di euro per l’intero cartellino. Non è una trattativa semplice: c’è da battere la concorrenza di un’altra squadra, che ha offerto 1,9 milioni per la comproprietà, stessa cifra con cui era stato riscattato dal Cesena. Ma un dubbio ai bene informati di calcio rimane: Schelotto non è un calciatore con qualità superiori rispetto al non più giovanissimo Mesto? Non dovrebbe essere Mesto l’alternativa al mancato arrivo tra gli azzurri di Schelotto, nvece del contrario? Forse la preferenza del Napoli e di Mazzarri si basa, invece, su un maggiore feeling che corre tra l’allenatore e il calciatore che come tutti sanno è un fedelissimo del tecnico livornese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *