Metodologie innovative, si conclude il terzo anno del Pon

Metodologie innovative, si conclude il terzo anno del Pon
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
criscuoloLa Scuola Media Statale ”A. Criscuolo” di Pagani, proseguendo con la sperimentazione e la diffusione di metodologie innovative, finalizzate al recupero e al potenziamento degli apprendimenti nell’ambito linguistico e logico-matematico, ha portato a termine la terza annualità dell’esperienza progettuale del PON Asse I – Obiettivo A – Azione A.2 “Definizione di strumenti e metodologie per l’autovalutazione/valutazione del servizio scolastico inclusa l’azione di diagnostica” del Progetto Nazionale “Qualità e merito” PQM.
Le attività didattiche delle classi coinvolte nella formazione, che si sono concluse nel mese di maggio, sono state svolte dalle professoresse: Giancarla Pitocchi, docente di italiano per la 3^ F; Maria Teresa Bove, docente di italiano per la 3^ C; Maria Rosaria Sicuranza, docente di matematica per la 3^ B; Maria Grazia Terrone, docente di Matematica per la 3^ E.
La SMS “Criscuolo” si è posta come capofila del network di Matematica, per attività di formazione dei docenti interni e dei docenti delle Scuole afferenti il network la SMS, ad opera del Docente tutor ANSAS Prof E. De Negris: tutti gli incontri formativi sono stati occasione di approfondimento e condivisione della metodologia PQM oltre che di scambio umano e professionale in senso lato
Le docenti tutor PQM di Italiano hanno svolto l’attività di formazione presso la Scuola capofila del Network “Matteo Della Corte” di Pompei con la guida del Tutor Ansas Rosalba Sorrentino.
I docenti Tutor della nostra Scuola, sia in questa che nella precedente annualità, hanno incontrato i docenti dei dipartimenti di Italiano e Matematica per azioni di formazione e disseminazione che hanno avuto ricadute sul curricolo d’Istituto. In quest’anno scolastico, in fase sperimentale, le attività PQM sono state svolte dagli allievi delle classi seconde, prevedendo per il prossimo anno scolastico una ulteriore messa a sistema della metodologia PQM.
L’efficacia e la positività del suddetto progetto sono state confermate dai risultati del monitoraggio effettuato sui criteri metodologici di fondo,sulle attività di disseminazione tra pari, dai risultati conseguiti dagli allievi nelle prove di fine modulo.
La suddetta metodologia ha reso possibile conseguire un recupero sia motivazionale che metodologico trasversale, promuovere un atteggiamento di autostima, potenziare le abilità per l’approfondimento di contenuti disciplinari e interdisciplinari multimediali, realizzare un apprendimento collaborativo. Si sottolinea l’importanza di tale apprendimento in quanto ha consentito di promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere, al fine di “imparare ad apprendere”; l’alunno non solo riconosce le difficoltà incontrate, prende atto degli errori commessi, ma comprende anche le ragioni di un insuccesso, conosce i propri punti di forza, così da essere consapevole del proprio stile di apprendimento e capace di sviluppare autonomia nello studio.

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *