“Mille piazze per il lavoro” a Cava de’ Tirreni

Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
Il Comitato promotore dei due referendum sul lavoro per la città di Cava de’ Tirreni (PRC, IDV) sarà in piazza sabato 13 e domenica 14 ottobre per l’apertura della campagna referendaria “Mille piazze per il lavoro” che partirà negli stessi giorni in tutte le piazze d’Italia.
La Campagna referendaria promossa da partiti e organizzazioni sindacali (FIOM e Rete 28 aprile) prevede l’abrogazione delle modifiche all’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori concepiti dalla sciagurata Ministra Fornero, e la cancellazione dell’articolo 8 della manovra economica varata nel 2011 dall’esecutivo Berlusconi. Inoltre nelle stesse giornate saranno raccolte le firme per una petizione pubblica a favore del reddito minimo garantito per precari e disoccupati. Tutti i promotori concordano che il tema del lavoro è il nodo centrale nella costruzione dell’opposizione alla macelleria sociale del Governo Monti. Un SI per il lavoro – dichiarano i promotori – sarà un NO secco per Monti e le lobby che rappresenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *