Sab. Lug 20th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Minacce per aggiudicarsi l’Hotel Raito, arrestato Ragosta

1 min read
L'accusa: Fedele Ragosta sarebbe il mandante di intimidazioni contro Francesco Soglia

images-9Consorso in estorsione e turbativa d’asta, con l’aggravante del metodo mafioso, sono i reati contestati all’imprenditore Fedele Ragosta, a capo con i fratelli del gruppo omonimo, già arrestato nel 2012 per riciclaggio ed oggi oggetto di un nuovo provvedimento di custodia cautelare. Al centro dell’indagine della Guardia di finanza di Salerno, l’aggiudicazione nel 2005 da parte dell’imprenditore di una struttura alberghiera, l’Hotel Raito, in una asta pubblica gestita dal tribunale in una procedura fallimentare in cui la Ragosta Real estate srl era l’unica società partecipante. L’albergo, tra i più noti della costa amalfitana, andò alla srl amministrata da Fedele Ragosta per 6 milioni di euro a fronte dei 9 richiesti. Un altro imprenditore, Francesco Soglia, titolare della Soglia Service srl che aveva in gestione la struttura in virtù di un contratto d’affitto con la curatela, pur essendo interessato a fare una offerta, per le Fiamme gialle non concretizzò la sua intenzione perché ebbe minacce e intimidazioni di cui Ragosta sarebbe il mandante.
È stato quindi accertato il collegamento tra l’episodio criminoso delle minacce e l’individuazione del Ragosta Fedele quale mandante. Quest’ultimo è stato già oggetto di ordinanza di custodia cautelare nell’anno 2012 unitamente ad altri 59 soggetti nell’ambito di una vasta indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli e condotta dalle Fiamme Gialle partenopee per i reati di associazione a delinquere, reimpiego e riciclaggio di proventi illeciti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *