Miracolo di Natale, il Manifesto non cesserà le pubblicazioni

Miracolo di Natale, il Manifesto non cesserà le pubblicazioni

Il Manifesto non cesserà le pubblicazioni. Nemmeno per un giorno. L’annuncio lo dà questa mattina il quotidiano direttamente dalle proprie colonne.
La nuova storia del giornale – si spiega in una nota titolata “Il miracolo di Natale” e firmata “il nuovo manifesto cooperativa editrice” pubblicata oggi su Il Manifesto – inizierà il 2 gennaio con una nuova cooperativa nata poco prima di Natale.
Il pericolo chiusura sembra dunque scongiurato. È opportuno ricordare che il giornale era in crisi da tempo e di fatto con le pratiche fallimentari già avviate. Lo scorso mese di giugno, il giornale trovò un accordo con il Governo che spinse lo stesso quotidiano a scrivere “dimezzati ma vivi”. Scongiurata la chiusura a giugno con 36 giornalisti operativi a tempo pieno e 34 in cassa integrazione a rotazione.
I riflettori si erano riaccesi in occasione dell’addio di una delle fondatrici, Rossana Rossanda, che seguì gli addii eccellenti di Mauro e Marco D’Eramo.
Oggi, dopo i tanti dubbi e incertezze sul futuro, una notizia certa sull’immediato futuro del quotidiano comunista arriva direttamente da un comunicato a firma della nuova cooperativa editrice.
«Stiamo facendo i salti mortali per gestire un’impresa mai tentata prima da un quotidiano in liquidazione, e cioè riuscire a passare le consegne dalla vecchia alla nuova gestione senza perdere neanche un giorno con i lettori».
«Il Ministero dello Sviluppo – si legge nella nota – ha autorizzato ieri ufficialmente “l’affitto” del giornale alla nuova cooperativa. È un contratto che allontana, almeno per qualche tempo, la vendita della testata che per mesi ha angosciato noi e voi».

(b. r.)

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *