Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Monti “il profeta” lascia un memorandum agli italiani. Non richiesto

Monti “il profeta” lascia un memorandum agli italiani. Non richiesto

Monti “il profeta” lascia un memorandum agli italiani. Non richiesto

Nella conferenza stampa di oggi farà «un bilancio consuntivo» dei suoi 400 giorni di governo, di come ha «ereditato una situazione fallimentare» e di come la lascia, ma leggerà anche «un memorandum» agli italiani un programma che a suo avviso dovrà essere attuato nei primi cento giorni di governo, dalla legge elettorale alle liberalizzazioni. Così il premier Mario Monti in un colloquio con Eugenio Scalfari su Repubblica anticipa i contenuti del suo intervento. Dopo che avrà esposto «gli impegni che ci hanno ridato credibilità e che non possono essere smantellati senza ripiombare nel precipizio che abbiamo evitato», Monti si rivolgerà poi direttamente «al Paese, alla pubblica opinione e alle forze sociali e politiche» per leggere «un messaggio, un memorandum». Eccone i punti chiave: «una legge aggiuntiva contro la corruzione; quella varata poche settimane fa è stata di fatto concordata con la cosiddetta ‘strana maggioranza’, ma è manchevole, consapevolmente manchevole di alcuni punti importanti. Bisogna completarla. Altrettanto bisogna fare con le liberalizzazioni. Bisogna rendere più penetrante l’azione antitrust in favore della libera concorrenza. Portare a termine l’impegno di abolizione delle Province. Cambiare la legge elettorale basandola sui collegi. Dimezzare il numero dei parlamentari. Portare avanti la riforma fiscale. Difendere fino in fondo la riforma delle pensioni. Cambiare il welfare e creare un sistema generale di ammortizzatori sociali. E soprattutto investire nelle scuole superiori, nell’università e nella ricerca». Molti punti sono in comune col Pd, secondo Monti, che dice di considerare «indispensabile» un’alleanza post elettorale con i democratici. Ma il premier ancora non sa se sarà in prima persona leader del Centro: «So che Napolitano preferirebbe che io, pur incoraggiando la parte politica a me più congeniale, restassi in panchina. Vedrò. La notte porta consiglio».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1306

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto