Morte sul lago, il giallo del sms del fidanzato a Federica

Morte sul lago, il giallo del sms del fidanzato a Federica

Marco Di Muro, il fidanzato di Federica Mangiapelo (nella foto in alto a destra), la giovane trovata senza vita sulle rive del lago di Bracciano all’alba del 1 novembre, le ha mandato un sms alle tre di notte che recitava: “Sono tornato a prenderti, ma tu non c’eri. Perché te ne sei andata?”. Federica il messaggio non l’ha mai letto, a quell’ora il suo cellulare risultava già spento. A dare la notizia la trasmissione “Quarto Grado”, nel corso della diretta del programma su Retequattro. Quella notte i due giovani non hanno abusato di alcol, riporta sempre la tramissione di Mediaset, hanno diviso un cocktail chiamato “Blue Angel”. «Secondo indiscrezioni raccolte – riporta ancora Quarto Grado – il fidanzato della ragazza sarebbe tornato a casa con gli abiti bagnati e ha chiesto alla madre di lavarli. Inoltre nella mattina in cui la giovane è stata ritrovata morta, il fidanzato pare abbia lavato la macchina nonostante piovesse. Sembra anche che – conclude Quarto Grado – i Ris abbiano isolato nel veicolo di Di Muro un tipo di sabbia compatibile con quella del Lungolago di Vigna di Valle, dove è stata ritrovata la giovane».
E intanto le indagini continuano: si cercano eventuali oggetti appartenenti alla ragazza e anche se il telefonino era già stato rinvenuto, altri piccoli oggetti potrebbero, se venissero ritrovati, costituire il bandolo per sbrogliare la matassa di questo giallo. Gli investigatori ritengono potrebbero aiutare a ricostruire il tragitto che il corpo, qualora fosse finito in acqua dopo il decesso in un punto diverso, potrebbe aver compiuto, spinto dalle correnti. Per il resto è mistero.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *