Napoli e gli Azzurri ricordano Lino, vittima innocente dei clan

Napoli e gli Azzurri ricordano Lino, vittima innocente dei clan

Prima del fischio di inizio di Napoli-Chievo, in programma allo stadio San Paolo alle 20,45 di domenica, sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Lino Romano, il giovane 30enne ucciso a Marianella lo scorso 15 ottobre, grande tifoso del Napoli, e di tutte le vittime innocenti della criminalità. L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione Pol.i.s. , d’intesa con la Regione Campania, il Comune di Napoli e il Coordinamento dei familiari delle vittime innocenti della criminalità. In occasione di questa manifestazione, l’assessore regionale ai Rapporti con le Autonomie locali Pasquale Sommese, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’assessore comunale allo Sport Giuseppina Tommasielli e una delegazione di familiari, composta da Fabrizio Avella (fratello di Paolino Avella), Alessandra Clemente (figlia di Silvia Ruotolo), Rosanna Ferrigno (fidanzata di Lino Romano), Pasquale Scherillo (fratello di Dario Scherillo) e Ludovica Siani (nipote di Giancarlo Siani), saranno in tribuna d’onore e indosseranno una maglietta con su scritto: «La camorra non vale niente». Fino ad un quarto d’ora prima della partita, la delegazione dei familiari esporrà, su autorizzazione della Lega Calcio, lo striscione del Coordinamento sul rettangolo di gioco.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *