Lun. Ago 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

“Napoli non è Berlino”, lunedì la presentazione a Castel San Giorgio

1 min read
Il Mezzogiorno, Napoli e Bassolino.
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
Il Mezzogiorno, Napoli e Bassolino. Per oltre quindici anni queste parole nel lessico politico e nella vulgata comune sembravano sinonimi o declinazione dello stesso significato. La stagione più lunga di governo del centro sinistra in Italia ha avuto un nome ed un cognome, Antonio Bassolino, che da icona di una rivoluzione sociale e politica si è trasformato nel capo espiatorio dell’atavica arretratezza del Sud.
Ma quanto la biografia dell’uomo ha condizionato i destini di una delle Città più belle del mondo, immaginifica capitale del Mediterraneo e quanto, invece, più degli errori e dei limiti, hanno pesato le contraddizioni tra le forze di Governo del Paese e la mancata affermazione di una chiara politica meridionalista nella classe dirigente dello stesso Partito a cui Bassolino apparteneva?
Questa è la riflessione che si svilupperà Lunedi 24 Settembre alle ore 18.30 nei locali di Villa Calvanese in Castel San Giorgio, nell’ occasione della presentazione del libro di Isaia Sales “Napoli non è Berlino”, grazie al contributo, oltre che dell’autore, di Gennaro Migliore (Coordinamento Nazionale SEL) di Enrica Amaturo (Docente dell’Università Federica II) e di Matteo Orfini (Segr. Naz. PD).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *