Gio. Giu 20th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Napoli sotto assedio per la caccia ai killer di Lino

2 min read
La decisione di Manganelli: implementare da subito le risorse per il controllo del territorio

Cento poliziotti già da lunedì prossimo saranno destinati all’esclusivo controllo del territorio di Napoli. Implementare da subito le risorse per il controllo del territorio, dare un ulteriore impulso alle attività info-investigative concentrandosi, in particolar modo, sulla ricerca dei latitanti dei clan emergenti. Sono queste, a quanto riferisce la polizia in una nota, «le linee strategiche» disposte dal capo della polizia Antonio Manganelli nel vertice al Viminale svolto con i vertici investigativi della polizia dopo l’omicidio di Pasquale Romano a Napoli. «Già in queste ore – si spiega nel comunicato – si stanno predisponendo i nuclei di rinforzo che dovranno potenziare attività di prevenzione e di indagini». Il dispositivo di rinforzo del controllo del territorio e dell’attività investigativa a Napoli, voluto dal capo della Polizia, Antonio Manganelli, sarà operativo già da lunedì prossimo. Martedì la riunione tecnica convocata in procura deciderà come modulare gli interventi. Nel dettaglio «in queste ore si stanno predisponendo i nuclei di rinforzo che dovranno potenziare attività di prevenzione e di indagine», comunica la Polizia.
Domani sera alle ore 19.30 si terrà una fiaccolata a Marianella, il quartiere dove è stato ucciso cinque giorni fa Pasquale Romano, 29 anni, massacrato con 14 proiettili dai sicari della camorra che lo avevano scambiato per uno spacciatore di droga. La fiaccolata è stata organizzata dai parroci anticamorra che risiedono nell’ambito della ottava municipalità di Marianella, Piscinola, Scampia e Chiaiano. La manifestazione avrà inizio davanti alla chiesa di S. Giovanni Battista, San’Alfonso Maria de’ Liguori, in piazzetta Marianella, a poca distanza dal luogo dell’omicidio di Pasquale Romano, il ragazzo dai sogni puliti, che aveva un lavoro, una fidanzata con la quale doveva sposarsi l’anno prossimo. Prenderanno parte alla manifestazione il presidente dell’ottava municipalità Angelo Pisani, con tutti i consiglieri e il consigliere comunale di Napoli Salvatore Guanci. «Domani scenderemo di nuovo tutti in piazza, pregheremo con i nostri parroci e i nostri concittadini in onore di Pasquale Romano, un ragazzo buono e pulito ingiustamente ucciso da chi ha fatto della violenza la propria ragione di vita», ha detto Pisani. «Noi tutti dobbiamo ribellarci alla camorra, rompere il silenzio, spazzare via dal nostro territorio gli assassini che stanno avvelenando e massacrando i nostri figli – ha proseguito il presidente dell’ottava municipalità – Pasquale dobbiamo ricordarlo tutti i giorni, vogliamo giustizia, con la famiglia, la fidanzata e i suoi amici. Questo percorso di riscatto deve partire dalla società civile, dagli uomini e dalle donne per bene che meritano di vivere una vita normale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *