Neapolitan Power al Pub Il Moro di Cava de’ Tirreni

Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
neapolitan powerE’ un evento unico per la rassegna Moro In Jazz. Venerdì 22 febbraio è di scena il Neapolitan Power, il movimento musicale partenopeo che ha fatto la storia della musica Italiana dagli anni 80. Icone della musica, con collaborazioni internazionali a dir poco strabilianti: Joe Amoruso, Antonio Onorato, Rino Zurzolo, Rosario Jermano ed Agostino Marangolo, la band originaria di Pino Daniele sul palco del RistoPub Il Moro di Cava de’ Tirreni (Sa) per far rivivere l’atmosfera di un periodo storico di Pino Daniele.
Questa volta ospiti della rassegna MoroInJazz, organizzata dal Moro del Borgo Scacciaventi, con la direzione artistica di Gaetano Lambiase, sul palcoscenico del locale del Borgo Scacciaventi, venerdì 22 febbraio, ci saranno Joe Amoruso al pianoforte, Antonio Onorato alla chitarra, Rosario Jermano alle percussioni , Agostino Marangolo alla Batteria e Rino Zurzolo al contrabbasso. Il tastierista Joe Amoruso, che ha esordito giovanissimo proprio nel periodo del “neapolitan power” insieme a Pino Daniele, parte della formazione di assi della musica, con il meglio di quella moderna napoletana, proporranno una fusione di esperienze musicali diverse, un confronto senza confini,dove Napoli e il Mediterraneo sono la costante ispiratrice: world music. EtnoJazz, Jazzfusion.
Un quintetto di straordinari strumentisti i cui nomi ci rimandano immediatamente a quel fenomeno artistico che sotto il nome di Neapolitan Power ha rappresentato una delle più importanti (se non addirittura la più importante) innovazione nel panorama musicale italiano degli ultimi trent’anni, grazie alla sua ricchezza di apporti provenienti da una parte dalla meravigliosa tradizione partenopea e dall’altra dalla altrettanto fervida capacità dei suoi artisti di aprirsi ad influenze esterne, prime fra tutte quelle del blues e del jazz.Il nome Neapolitan Power rimanda il grande pubblico innanzitutto al nome di Pino Daniele, ma anche a quelli di Teresa De Sio, James Senese e i Napoli Centrale, Edoardo De Crescenzo ecc…, artisti con molti dei quali hanno proficuamente collaborato Antonio Onorato, Tony Esposito, Joe Amoroso e Rino Zurzolo. Il sound del quintetto raccoglie esperienze, ricerche e capacità strumentali e compositive di altissimo livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *