Mar. Lug 23rd, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Negli Usa resiste e rilancia la tradizione del Natale

2 min read
Dagli addobbi di Brooklyn al presepe del Met, gli italiani d’America rivivono le loro radici
di Vincenzo Pascale (da NY City)

La comunità italiana di New York è molto variegata. Ai tanti italoamericani di seconda e terza generazione si sono aggiunti i nuovi italiani: professionisti, studenti, tanti giovani in cerca di lavoro e di opportunita nella Grande Mela. Tutti si dicono italiani, sia quelli di terza generazione molti dei quali l’italiano non lo hanno mai parlato e conoscono soltanto poche parole di dialetto. La loro convivenza e le loro esperienze spesso sono sconosciute le une agli altri. Eppure rimangono saldi alcuni valori trapiantati. Valori ed atti simbolici che per tanti hanno il significato di un ideale ricongiungimento con la terra dei loro avi. Essi sono il cibo, le celebrazioni delle feste patronali, molto sentite nella comunità italiana tradizionale, e quelle relative al Natale. Questa festa religiosa più di ogni altra mette insieme nella comunità italiana la tradizione alimentare con la tradizione simbolica: struffoli, panettone, baccalà e fritture, insieme con gli straordinari addobbi delle case di Brooklyn e di Staten Island che spesso rappresentano delle vere e proprie opera d’arte richiamando migliaia di visitatori dalle aree limitrofe. Ed il presepe, quello colto ed artistico napoletano e quello semplice acquistabile in ogni supermercato, segna la tradizione natalizia italiana. Famoso il presepe esposto al MET (Metropolitan Museum) strutturato su un disegno di un presepe napoletano del 700, oppure quello del Museo Italoamericano della Little Italy di Manhattan, donato anni fa alle Associazioni Campane dalla Regione Campania. Questo Natale, sarà più austero, consumi ed acquisti ridotti da parte degli americani mentre gli italiani non rinunciano alla loro celebrazione rievocando con il cibo o con le costruzioni presepiali un legame a volte immaginario, a volte ancora molto prossimo con una patria lontana, magari poco conosciuta ma di certo appieno dentro il loro orizzonte simbolico e valoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *