Lun. Set 16th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Negli Usa strage in una scuola: 26 morti, di cui 20 bambini

2 min read
Il giovane killer dopo la missione di morte si è suicidato. Il cordoglio del presidente Obama

Ventisei morti, di cui venti bambini tra i 5 e i 10 anni. È drammatico il bilancio di quanto accaduto questa mattina in una cittadina a un centinaio di chilometri a nord di New York, dove un giovane killer armato ha fatto irruzione in una scuola elementare e ha massacrato un’intera classe e tutti gli adulti che sono intervenuti per fermarlo, compreso la preside dell’istituto e la psicologa. L’uomo al termine della strage si è suicidato.
A quanto si apprende, i bambini che hanno assistito alla tragedia hanno lasciato la scuola in lacrime, tremanti, con i volti impauriti e sono stati portati in una caserma dei pompieri vicino alla scuola, dove si sono radunati anche i genitori, sotto shock. Pare che dopo la strage gli agenti abbiano trovato dei bambini che si erano nascosti dentro gli armadi.
“Un atto orribile” – ha commentato il presidente Barack Obama parlando al Paese visibilmente emozionato, costretto più volte a fermarsi per trattenere le lacrime. “Come Paese ci siamo passati troppe volte, abbiamo vissuto troppe tragedie come questa” – ha detto Obama, commentando una strage che, a memoria d’uomo, è la più cruenta che si sia mai verificata in America. “I nostri cuori sono infranti” – ha continuato il presidente – aggiungendo: “È ora di prendere provvedimenti”.
I contorni della tragedia che si è verificata nella piccola città di Newton, nel Connecticut, e che ha sconvolto tutto il mondo sono ancora da definire.
L’autore della strage, identificato dalla Cnn, sarebbe Adam Lanza, un uomo di appena venti anni che è originario di Newton ma che vive nel New Jersey. L’uomo avrebbe fatto irruzione nella scuola elementare di Sandy Hook quando in Italia erano circa le 15.30. Indossava un giubbotto antiproiettile e pare avesse almeno due armi che sono state ritrovate poi sul posto. Il fratello maggiore dell’uomo, Ryan, di 24 anni sarebbe stato fermato subito dopo la strage.
Pare che il killer abbia cominciato la mattinata uccidendo il padre in casa, per poi dirigersi a scuola, dove la madre era insegnante e pare risulti tra le vittime accertate della strage nella scuola elementare. Si stanno diffondendo al momento anche altre notizie che non trovano ancora conferme: alcuni network stanno informando anche del ritrovamento del cadavere di un altro fratello dell’uomo e della scomparsa della fidanzata e di un amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *