Non si ferma la mattanza a Napoli: un altro morto ammazzato

Non si ferma la mattanza a Napoli: un altro morto ammazzato

Biagio Scaiola, 55 anni, è stato ucciso questa sera da sicari in un agguato a Napoli alla III traversa Cupa Capodichino. Scagliola era uscito di prigione nel 2011, aveva precedenti che vanno dall’omicidio all’estorsione, ed era già scampato nel 2006 ad un agguato nel quale rimase ferito. Per i Carabinieri, che indagano sul caso, Scaiola è da considerarsi vicino alla cosca Abete-Abbinante-Notturno, impegnata nella nuova faida di Scampia per il controllo delle piazze di spaccio nell’area nord di Napoli con il gruppo della Vanella Grassi.
Biagio Scagliola Era appena sceso dall’auto che aveva parcheggiato quando è scattato il blitz dei killer che lo hanno freddato esplodendo almeno sei colpi di pistola che hanno raggiunto Scagliola al corpo e al viso. Per lui non c’è stato nulla da fare. Originario del quartiere Soccavo di Napoli, Scagliola aveva precedenti per omicidio, tentato omicidio e associazione mafiosa.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *