Lun. Giu 17th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Regolarizzazione per extracomunitari, ma attenti agli imbonitori

2 min read
Immigrati, diffidate dei falsi consiglieri. Con l’entrata in vigore del D. lgs 109/2012, infatti, a partire dal giorno 15 settembre prossimo fino al 15 ottobre 2012, i cittadini extracomunitari che sono presenti in Italia in via continuativa, almeno dal 31 dicembre 2011, potranno beneficiare di una nuova regolarizzazione. La domanda di emersione si effettuerà presso lo sportello Unico per L’immigrazione, contestualmente al pagamento di un contributo forfettario di 1000,00 euro relativi ai contributi previdenziali.
Alfonso Angrisani, presidente dell'Associazione Alec

Immigrati, diffidate dei falsi consiglieri. Con l’entrata in vigore del D. lgs 109/2012, infatti, a partire dal giorno 15 settembre prossimo fino al 15 ottobre 2012, i cittadini extracomunitari che sono presenti in Italia in via continuativa, almeno dal 31 dicembre 2011, potranno beneficiare di una nuova regolarizzazione. La domanda di emersione si effettuerà presso lo sportello Unico per L’immigrazione, contestualmente al pagamento di un contributo forfettario di 1000,00 euro relativi ai contributi previdenziali. Sono esclusi dalla presente procedura i datori di lavoro che siano stati in precedenza condannati per i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina verso l’Italia e dall’Italia verso altri Stati, o per reati diretti al reclutamento di persone da destinare alla prostituzione o allo sfruttamento della prostituzione o di minori da impiegare in attività illecite, ai sensi dell’articolo 603-bis codice penale e o per i reati previsti dall’articolo 22, co. 12, del Testo unico dell’immigrazione. Non potranno beneficiare della suindicata regolarizzazione i datori di lavoro che non hanno sottoscritto contratti di soggiorno relativi alle precedenti emersioni. Si invitano i cittadini stranieri a rivolgersi ad associazioni serie o sindacati e/o enti di patronato riconosciuti, invitandoli altresì a non affidarsi a personaggi poco raccomandabili che dietro l’esborso di cifre esorbitanti di denaro promettono procedure rapide o garantiscono contratti di lavoro.
L’Associazione Alec, attraverso i propri referenti di Napoli, Salerno, Pompei e Roma, offrirà consulenza gratuita a tutti i cittadini che intendono ricevere informazioni al riguardo è possibile contattare il numero di telefono 3334165622 oppure scrivere una mail all’indirizzo alecitalia@tiscali.it oppure alfonsoangrisani@hotmail.it riportando nell’oggetto la seguente dicitura Richiesta di informazioni/regolarizzazione D.lgs109 /2012.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *