Mer. Giu 26th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Nuove regole per circolare, patente anche per i ciclomotori

2 min read
Nuovi esami di idoneità e più severità per un allineamento a norme e disposizioni europee

Patente, si cambia! Da sabato prossimo entra in vigore una importante riforma del Codice della Strada che, tra le varie cose, abolisce gli automatismi nel passaggio tra le varie categorie e introduce nuovi esami di idoneità.
Il 22 dicembre scorso il Consiglio dei ministri ha licenziato il testo del decreto, non ancora pubblicato, che comporta la modifica di diverse disposizioni del codice della strada.
La riforma manda in soffitto anche il “Cigc”, il certificato di idoneità guida ciclomotore. Per i veicoli a motore di cilindrata entro i 50 cc arriva una vera e propria patente di guida, denominata “AM”.
La nuova normativa abolisce anche il bollino adesivo da attaccare alla patente in caso di cambio di residenza. In caso di cambio di indirizzo, infatti, sarà necessaria solo la comunicazione di variazione: sulle nuove patenti europee la residenza non sarà riportata. In caso di patente scaduta o di rinnovo, il documento sarà comunque ristampato e sostituito con un altro, come previsto dal nuovo Codice della Strada.
Sono due le direttive europee a cui gli stati membri sono chiamati ad allinearsi entro sabato prossimo. Con queste modifiche, le categorie di patenti diventano 15: AM, A1, A2, A, B1, B, BE, C1, C1E, C, CE, D1, D1E, D, DE. E il passaggio da una categoria all’altra dovrà essere sempre accompagnato da un esame di idoneità.
Si moltiplicano anche i casi sanzionati come illecito penale: per chi verrà beccato a guidare senza idonea autorizzazione scatterà la sospensione e una sanzione amministrativa che va dai mille ai quattromila euro. Pesanti sanzioni in vista anche per chi si metterà alla guida di una macchina agricola senza licenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *