Obama ha giurato, ora dovrà ridare autorevolezza agli Usa

Obama ha giurato, ora dovrà ridare autorevolezza agli Usa
di Vincenzo Pascale
Foto: adnkronos.com

Ieri mattina Barack Obama, rieletto Presidente degli Stati Uniti d’America, ha solennemente giurato di servire il Paese ed il popolo che lo ha eletto. La cerimonia si è svolta nella sala Blu della Casa Bianca alla presenza del giudice della Corte Suprema John Roberts. Quest’oggi la cerimonia sarà ripetuta sui gradini del Campidoglio e sarà aperta al pubblico. Si prevede una folla di almeno 800mila persone più diversi milioni collegati alle tv americane e di tutto il mondo a seguire la cerimonia di insediamento di Obama ed il susseguente discorso che segnerà l’inizio ufficiale del suo secondo mandato. Il discorso di insediamento oltre ad essere un momento culminante della cerimonia di insediamento alla guida della Nazione segnerà anche le linee politiche ed ideologiche entro le quali il Presidente Obama indirizzerà la sua azione istituzionale.
Si preannuncerà un discorso di tono conciliante. Come è nella retorica di Barack Obama. Un appello alla Nazione nel ritrovarsi nella sua politica fiscale, economica e di giustizia sociale. L’America ad oggi è un paese smarrito. Ancora una super potenza militare, ma in affanno sull’economia: Cina e Germania I maggiori competitor nell’export. Il terrorismo qadista non ancora sconfitto, I Paesi del BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) in grande crescita economica. Il primato dell’istruzione americana insidiato da India e Cina. Insomma, un Paese che ha bisogno di ritrovare gli slanci ideali ma soprattutto economici per riconquistare la leadership economica mondiale. Intanto l’aumento dell’aliquota fiscale per i redditi superiori ai 400mila dollari l’anno è stato già un chiaro segnalo che il Presidente Obama ha voluto dare al Paese: più equità sociale e maggiori sacrifici fiscali ai redditi alti. Questo il primo messaggio di Obama al Paese.

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *