Mer. Lug 17th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

“Occhi Aperti”, l’evento contro la camorra targato Capri Art Film Festival

2 min read
Inizia il weekend di eventi interamente dedicati al tema della lotta alla camorra promosso dall’associazione Capri Film Festival, già organizzatrice della omonima kermesse di cinema, musica e teatro e giunta lo scorso anno alla sua quinta edizione.
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
Inizia il weekend di eventi interamente dedicati al tema della lotta alla camorra promosso dall’associazione Capri Film Festival, già organizzatrice della omonima kermesse di cinema, musica e teatro e giunta lo scorso anno alla sua quinta edizione.
La splendida e suggestiva Chiesa di Santa Teresa sarà per tre giorni teatro di spettacoli, proiezioni e dibattiti che cominceranno, alle ore 19:00, con la messa in scena del monologo “Il Macero”, interpretato dall’attore Roberto Solofria e tratto dal romanzo di Nanni Balestrini “Sandokan, storia di camorra”.
La seconda serata si aprirà invece con la proiezione del documentario ”Vita sotto scorta” (regia di Duccio Giordano) cui seguirà un dibattito pubblico al quale parteciperanno, oltre al regista, due sostituti procuratori della DDA di Napoli che, silenziosamente, lottano ogni giorno contro “il sistema”: Alessandro Milita, illustre rappresentante dell’accusa sull’offensiva dei “terroristi di camorra” nel processo sulla tristemente nota strage di Castelvolturno, nonché profondo conoscitore delle collusioni esistenti tra politici ed imprenditori camorristi (sua la richiesta di arresto per l’onorevole Nicola Cosentino) e Catello Maresca, l’uomo che ha portato all’arresto del super latitante Michele Zagaria e coordinatore, insieme al procuratore aggiunto Federico Cafiero de Raho, delle indagini che, proprio pochi giorni fa, hanno portato all’arresto di Massimo di Caterino, l’ultimo della lista dei latitanti del clan dei Casalesi.
Moderatore della serata, il giornalista Luigi Di Fiore, attualmente inviato speciale de “Il Mattino” ed autore di numerosi saggi e libri tra i quali “L’impero, traffici, storie e segreti dell’occulta e potente mafia dei casalesi” edito da Rizzoli nel settembre 2008 ed entrato subito nelle classifiche dei primi 20 libri più venduti per le collane di saggistica.
A chiudere, l’intervento di Guido Lombardi, regista del film “Là-bas”, sulla nota strage di Castelvolturno, premio della critica internazionale e per l’opera prima al 68^ Festival di Venezia ed in nomination per vari premi ai David di Donatello ed ai Nastri d’Argento, il quale darà appuntamento al pubblico caprese per l’indomani, domenica 14, ore 19:00, alla proiezione del suo interessante lavoro con il quale si chiuderà la kermesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *