Mar. Giu 25th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Passa il ‘Giro’ e Salerno si scopre piccola e provinciale

2 min read
di Ernesto Scelza

Ernesto Scelza

di Ernesto Scelza
Ernesto Scelza
Ernesto Scelza

Piccola e provinciale. Fino a fare tenerezza. Salerno attende il passaggio del ‘Giro d’Italia’ e cerca di offrire il meglio di sé per quei pochi minuti in cui le immagini mostreranno a tutti, in Italia e -si spera- nel mondo, la bellezza mozzafiato del suo paesaggio. Offre al ’Giro’ le sue strade rimesse a nuovo, con l’asfalto rifatto di fresco. E cerca di nascondere quello che non si vede. Non appare, ma noi sappiamo che c’è. Un ingorgo caotico, tanto che le scuole sono state chiuse, per evitare ulteriori disagi. Strade dissestate e lasciate all’incuria dalla mancanza di fondi comunali. Ma anche dalla inefficienza della Provincia, che continua a sopravvivere a se stessa e a far danni. E dalla Regione, che i fondi a disposizione li utilizza come un patrimonio privato e a sua totale discrezione. E il pensiero viene: vale pensare alle grandi opere, da ‘città europea’ mentre è la gestione del bene pubblico ‘normale’ che non si riesce a garantire? Quando il ‘Giro’ passò l’ultima volta, attraversò via dei Greci e la ‘Statale dei Due Principati’. Provatevi a passarci ora: da lunghi mesi è un cantiere che scava e copre lo stesso tracciato di fossi aperti e ricoperti, e poi ancora riaperti e di nuovo coperti. Con asfalto a macchie e buche dappertutto. Sì, forse è meglio non far vedere il degrado che vive la nostra città. Mentre andiamo a vedere passare il ‘Giro’ come l’’Italietta’ descritta da Fellini -ricordate? Nel suo ‘Amarcord’-, quando gli abitanti della piccola provincia romagnola si affollavano per vedere emergere dalle nebbie notturne la sagoma folgorante del ‘Rex’, il transatlantico orgoglio della marina fascista. Era, appunto, la piccola provincia. Era, appunto l’’Italietta’ fascista.

I Confronti/Le Cronache del Salernitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *