Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Petizione per il ripristino delle trasmissioni Rai in onde medie

Petizione per il ripristino delle trasmissioni Rai in onde medie

Petizione per il ripristino delle trasmissioni Rai in onde medie
di Barbara Ruggiero

Foto: air-radiorama.blogspot.com

Una petizione per chiedere il ripristino delle trasmissioni in onde medie indirizzata al ministero dello Sviluppo Economico e al Presidente della Rai. L’idea è degli appassionati di radiofonia italiani che, all’indomani dello spegnimento anche della storica stazione di Napoli-Marcianise, segnale 657 Khz sono decisi a far sentire la propria voce. La petizione, che si può firmare on line e a cui si può aggiungere anche un commento personale, è partita da meno di ventiquattro ore.
Non va giù la decisione di dismettere impianti storici per la trasmissione radio, come quello di Napoli-Marcianise, che per anni ha consentito ai viaggiatori di ascoltare la radio per lunghi tragitti senza alcuna interferenza e senza essere costretti a cambiare canale ogni chilometro. Ma ciò che sembra ancora più assurdo per i tanti radioascoltatori è la chiusura della stazione senza alcun preavviso, con gli annunci della Rai che, periodicamente e in maniera surreale, continuano a ricordare che le trasmissioni saranno trasmesse in onde medie, includendo nell’avviso anche la stazione di Napoli-Marcianise, spenta oramai dal 18 settembre scorso.
La petizione per non spegnere cento anni di storia d’Italia, relativa a tutti gli impianti di onde medie d’Italia, assieme alle motivazioni degli ideatori è reperibile a questo indirizzo: http://www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=P2012N29751.
Lo spegnimento degli impianti a onde medie ha scatenato il malcontento dei viaggiatori ma anche degli appassionati di radio d’epoca – funzionanti solo con le onde medie – che, dopo aver collezionato apparecchi radio di ogni tipo, vedono a rischio il proprio patrimonio. Un patrimonio – come si legge nelle motivazioni della petizione «ridotto al silenzio dall’irrazionale decisione di dismettere anche quel numero minimo di trasmettitori Rai a onde medie ancora attivi, ma sufficienti a coprire il territorio nazionale».
Per i firmatari della petizione è irrazionale dismettere le onde medie in un Paese che ha dato i natali a Guglielmo Marconi. La sola trasmissione in Fm non consente di coprire l’intero territorio nazionale senza interferenze causate dalle caratteristiche geomorfologiche del Paese nonché da emittenti private che spesso e volentieri disturbano le trasmissioni Rai.
«In Francia – si legge ancora nella petizione – nel resto d’Europa e negli Stati Uniti si continua a trasmettere, anche se con minor potenza in Onde Medie e nessuno si sogna di spegnerle totalmente. Sarà che gli altri Paesi sono più lungimiranti?».

I precedenti articoli sull’argomento:
La Rai vìola gli accordi, cancella le onde medie e costringe al fruscìo
Addio onde medie, spenta la stazione Napoli-Marcianise

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto