Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Petraeus, il triangolo diventa “pentagono”. Ma non convince

Petraeus, il triangolo diventa “pentagono”. Ma non convince

Petraeus, il triangolo diventa “pentagono”. Ma non convince
di Diogene

Foto: euronews.com

La vicenda del generale americano che dà le dimissioni dall’incarico per una storia di sesso non potrebbe mai essere una vicenda italiana. Di italiano, in questo tipo di iniziale triangolo diventato poi quadrato e poi ancora pentagono (quello con la P maiuscola, sede del quartiere generale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America non c’entrerebbe) c’è poco o nulla; forse solo il tema farsesco, somigliante però più a una classica “pochade” francese che a un’opera di scarpettiana memoria. I fatti di sesso che riguardano personaggi pubblici, è risaputo, qui da noi ci fanno un baffo!
La storia – tutta da decifrare perché ancora incompleta – gira attorno al personaggio Petraeus, prima generale dell’esercito americano, poi capo della Cia. La trama è complessa. C’è un generale che tradisce la propria moglie con la quale è sposato da trentacinque anni; c’è l’amante che sembra ritirarsi in buon’ordine dopo una parentesi concubina, ma non si ritira; c’è un’altra donna indiziata di adulterio, ma non lo è; c’è infine un altro generale tirato in ballo da mail impertinenti e che nella storia avrebbe un ruolo di “dongiovanni” vecchia maniera. E siamo a cinque; eccoci al Pentagono, questa volta con la P maiuscola. In America ci vanno giù duro. Forse sono solo puritani, bigotti e bacchettoni vecchio stampo. Ma – forse, e senza forse – ecco che intravvedono anche una “spy story” ancora tutta la decifrare fra oscuri misteri della Cia e l’improvvisa dimissione da tutti gli incarichi del generale, protagonista principe della vicenda. Lo stesso Obama è sconcertato. Possibile che sia trattato solo di una semplice love-story?
Ma la notizia dov’è? – si chiedono sbigottiti qui da noi. Sono strani gli americani: mentre si propongono come guida nel mondo in tutti i campi, possibile che si scandalizzino per una normale storia di sesso che qui da noi farebbe solo la felicità di qualche “comare” e di qualche residuato bellico di portierato tra vicoli e cortili?
Forse la trama farsesca prospettata è tutta la riscriversi. E non è detto che si tratti proprio di farsa.

 

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3626

Commenti (3)

  • Vincenzo Pascale

    La vicenda e’ complessa e non affatto conclusa. La CIA (capo era Petraues)era a guardia del’ambasciata a Bengasi, quando gli assolitori erano nei pressi dell’ambasciata gli agenti CIA chiesero aiuto al Pentagono per avere rinforzi (Allen responsabile). Allen temporeggio’ ….l’Amabsciatore Thompson venne giustiziato. Pura coincidenza o regolamento di conti tra Allen e Petraues? Il Presidente era stato informato? Aveva tenuto segreta la notizia in campagna elettorale? Il caso sta crescendo e sara’ dirompente.

    Rispondi

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto