Dom. Lug 21st, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Polo della speranza, accordo Udc-Pd: c’è l’ok di Vendola

2 min read
Vendola e Bersani, ok alleanza aperta all’Udc. Le elezioni politiche si fanno sempre più vicine e Pierluigi Bersani, segretario del Pd stringe l’alleanza con Sel di Vendola, lasciando fuori Di Pietro e aprendo ai centristi di Casini. «L'Idv non sta mostrando interesse» per la costruzione di un'alleanza di centrosinistra. Lo ha detto Nichi Vendola al termine dell'incontro con Pier Luigi Bersani: «il propagandismo esasperato di Di Pietro lo sta portando alla deriva». Dunque, una parziale apertura all'Udc e a Pier Ferdinando Casini e, contemporaneamente, un no definitivo a qualsiasi ipotesi di coalizione che comprenda anche Gianfranco Fini. Questa in sostanza la posizione di Sinistra Ecologia Libertà così come spiegato da Vichi Vendola al termine dell'incontro con Pier Luigi Bersani. Vendola ha infatti spiegato di essere aperto a coalizioni che comprendano «tutti quelli che vogliono modernizzare l’Italia» e che abbiano al centro «i diritti sociali e civili delle persone, come i diritti delle coppie gay». Il leader di Sel non fa riferimento ai matrimoni e, in questo, si colloca nella scia di quanto detto anche da Casini durante l'ultimo direttivo del partito, quando il leader centrista aprì al riconoscimento dei diritti delle coppie gay, chiudendo contemporaneamente a qualsiasi ipotesi di dialogo sui matrimoni.

Vendola e Bersani (foto) danno l’ok all’alleanza aperta all’Udc per una coalizione “della speranza”. Le elezioni politiche si fanno sempre più vicine e Pierluigi Bersani, segretario del Pd stringe l’alleanza con Sel di Vendola, lasciando fuori Di Pietro e aprendo ai centristi di Casini. «L’Idv non sta mostrando interesse» per la costruzione di un’alleanza di centrosinistra. Lo ha detto Nichi Vendola al termine dell’incontro con Pier Luigi Bersani: «il propagandismo esasperato di Di Pietro lo sta portando alla deriva».
Dunque, una parziale apertura all’Udc e a Pier Ferdinando Casini e, contemporaneamente, un no definitivo a qualsiasi ipotesi di coalizione che comprenda anche Gianfranco Fini. Questa in sostanza la posizione di Sinistra Ecologia Libertà così come spiegato da Vichi Vendola al termine dell’incontro con Pier Luigi Bersani. Vendola ha infatti spiegato di essere aperto a coalizioni che comprendano «tutti quelli che vogliono modernizzare l’Italia» e che abbiano al centro «i diritti sociali e civili delle persone, come i diritti delle coppie gay». Il leader di Sel non fa riferimento ai matrimoni e, in questo, si colloca nella scia di quanto detto anche da Casini durante l’ultimo direttivo del partito, quando il leader centrista aprì al riconoscimento dei diritti delle coppie gay, chiudendo contemporaneamente a qualsiasi ipotesi di dialogo sui matrimoni. Costruire un “polo della speranza” che costituisca “il punto di svolta per l’Italia vampirizzata da Berlusconi”. E’ quanto ha chiesto il leader di Sel Nichi Vendola al segretario del Pd Pier Luigi Bersani durante l’incontro con i democratici. «Abbiamo discusso a lungo sui contenuti del documento di Bersani e tra qualche ora presenterò il nostro documento che intende interloquire nel merito le questioni che dobbiamo affrontare. Ho chiesto a Bersani – ha aggiunto Vendola – una rottura con le politiche del liberismo esasperato. Dobbiamo costruire il polo della speranza, una coalizione del futuro che parta da un piano straordinario di lavoro, dalla necessità di costruire una coalizione larga, plurale e ne costituisca punto di svolta per l’Italia vampirizzata dal berlusconismo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *