Benevento, la sconfitta costa caro a Martinez. Arriva mister Simonelli

Benevento, la sconfitta costa caro a Martinez. Arriva mister Simonelli

Non vince nessuna squadra campana nella Prima Divisione Girone B di Lega Pro.
Sono ben cinque i pareggi su sette partite disputate oggi in Prima Divisione.
In attesa del risultato della Nocerina di domani sera, la settima giornata non porta bene ad Avellino, Benevento, Paganese e Sorrento. Tutte le squadre campane impegnate in Prima Divisione non vanno oltre il pareggio contro le rispettive avversarie.
L’Avellino si fa fermare in casa dal Perugia (1-1); il Benevento addirittura perde in casa contro l’Andria Bat; Paganese e Sorrento pareggiano in casa rispettivamente per 0-0 contro il Pisa e 1-1 contro il Viareggio (nella foto un momento del match del “Marcello Torre”)
La sorpresa più amara della giornata è senza dubbio la sconfitta casalinga del Benevento nei confronti dell’Andria che, con una rete di Comini, conquista l’unica vittoria esterna della giornata. Al termine della gara l’allenatore del Benevento Martinez ha rassegnato le dimissioni. La società ha chiamato subito Gianni Simonelli come sostituto.
Termina con il più classico risultato a occhiali anche l’atteso derby laziale tra Latina e Frosinone, due compagini che attualmente guidano la classifica.
La Nocerina domani sera affronterà, con inizio alle ore 20.45, diretta Raisport, il Catanzaro e proverà a sfatare il tabù delle campane che non vincono in questo turno di campionato.
Vanno meglio le cose in Seconda Divisione.
La Salernitana oramai ha ingranato la marcia e ha sconfitto in casa per 3-1 il Borgo a Buggiano. Per i granata è un momento positivo dopo il burrascoso inizio di stagione. La compagine di Perrone vince e convince in casa (terza vittoria consecutiva in campionato) anche senza il bomber Ginestra, squalificato per tre giornate. Sorride anche l’Arzanese che vince in casa per 1-0 contro l’Hinterreggio e l’Aversa Normanna che ha vinto davanti al proprio pubblico amico contro la Vigor Lamezia.

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *