Lun. Set 16th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Primarie pd, a Napoli è quasi un flop

2 min read
Affluenza bassa in città, sale in provincia

Affluenza bassa a Napoli città, più alta invece in Provincia. Questi i primi segnali che emergono dallo svolgimento delle primarie per i parlamentari del Pd che svolgono oggi in Campania. Nei seggi cittadini il voto si sta svolgendo senza problemi: si registra un’affluenza ovviamente più bassa rispetto alle primarie per il candidato premier di due settimane fa. Soccavo e Fuorigrotta sono i seggi in cui il numero dei votanti in città nella mattinata è più alto. Più alta, invece, l’affluenza in provincia, soprattutto nelle città che esprimono un candidato proveniente dal territorio stesso. Nel collegio Campania 1 i candidati sono 31. In tutta la regione sono circa 3000 i volontari impegnati nei circa 500 seggi per il corretto svolgimento del voto. Certo è che le liste che usciranno fuori dalle primarie di oggi dovranno «incastrarsi» tra di loro, ad esempio quelle delle province di Salerno, Benevento, Caserta ed Avellino concorreranno insieme per formare le liste in Campania 2 e tutti i partecipanti campani concorrono per completare la lista al Senato. Dopo il voto dei cittadini (sempre al costo di 2 euro) saranno le segreterie regionali a stabilire l’ordine. Le urne saranno aperte da questa mattina e fino alle 20 nei seggi allestiti in Lombardia, Piemonte, Liguria, Umbria, Abruzzo, Molise, Calabria e Campania per le prime elezioni primarie in Italia per la scelta dei candidati al Parlamento alle elezioni del prossimo febbraio, decise in tutta fretta da Pd e Sel sull’onda del successo di partecipazione alle primarie che hanno incoronato Pier Luigi Bersani candidato premier del centrosinistra, poco meno di un mese fa. Nelle Regioni dove le urne sono ancora chiuse, invece, si voterà domani sempre dalle 8 alle 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *