Home
Tu sei qui: Home » Cultura » Quel progetto “impossibile” di recitare tutta la Divina Commedia

Quel progetto “impossibile” di recitare tutta la Divina Commedia

Quel progetto “impossibile” di recitare tutta la Divina Commedia
di Pasquale De Cristofaro

Foto: associazioneolympus.org

Per me Ugo aveva qualcosa di mitico. La sua figura alta, severa; il suo volto scarno, con una bella barba folta e non curata lo rendevano ai miei occhi una figura senza tempo. Un tipo da romanzo russo perso nelle nebbie di Pietroburgo a cercare la vita o  un pescatore siciliano rimasto di fronte al mare inseguendo le sue correnti marine. Ugo amava la vita.  In questo momento che tutto sembra cedere allo sconforto per la sua morte, in realtà, lui ha solo momentaneamente lasciato la scena. Quella scena che tante volte ci aveva visti compagni in avventure. Saggio, capace, in poche battute, di racchiudere un mondo. Un artista visionario con un immaginario bulimico, fantastico eppure ancorato a linee geometriche che gli appartenevano, dovute alla sua formazione d’architetto. Poeta, lavorava la parola con la stessa perizia dell’artista visivo. Ricordo una serata bellissima a Capriglia, dentro la sua casa museo. Mettemmo in quel magico spazio, le Elegie Duinesi, con Michele Monetta, Rosanna Di Palma e Geppino Gentile. I versi di Rilke tra le sue opere apparvero, agli ascoltatori, nuovi. Alla fine, con una grazia contadina d’altri tempi, Ugo offrì agli spettatori piccole cassatine fatte apposta per l’occasione e vino passito. Quel gesto, nobile e naturale insieme, donarono a quella serata un che di esclusivo ed indimenticabile. Ricordo ancora il suo entusiasmo per un’avventura che sembrava impossibile: recitare l’intera Divina Commedia. Ci aveva coinvolti in questa improbabile avventura un altro cavaliere dell’impossibile, Rino Mele. Ero perplesso. Ugo, allora mi fece capire che è proprio delle cose impossibili la vita vera. Grazie Ugo, amico e maestro.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3627

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto