Arcidiocesi Cava-Amalfi, raccolta cellulari usati per cucine solari in Ciad

Arcidiocesi Cava-Amalfi, raccolta cellulari usati per cucine solari in Ciad
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
GIORNATA TELEFONINI-01-01L’Arcidiocesi di Amalfi – Cava de’ Tirreni, in collaborazione con il Magis, promuove per domenica 5 maggio la giornata diocesana di raccolta dei telefonini usati. Lo scopo della campagna consiste nel convertire i vecchi apparecchi in risorse e sostenere così un progetto di cooperazione nel Ciad per la realizzazione di cucine solari utilizzate da trecento comunità. I benefici per l’ambiente in Ciad sono tanti: con l’utilizzo dell’energia solare per la preparazione dei pasti, le famiglie non sono più costrette alla ricerca quotidiana della legna, rallentando così il processo di desertificazione che colpisce da tempo tutta la regione del Sahel. I cellulari donati vengono inviati ad una società specializzata di Londra, che smaltisce i telefonini garantendo la gestione delle componenti più inquinanti. Con l’adesione alla campagna il donatore contribuisce alla realizzazione di due obiettivi: Obiettivo Ambientale: il donatore contribuisce al riuso di cellulari che possono essere riparati prima che sia concluso il loro ciclo vitale. Il riuso permette di rallentare lo sfruttamento di risorse minerarie e di risparmiare energia che ha costi minori rispetto al riciclo, considerato come ultimo stadio di vita del cellulare. Obiettivo sociale: i contributi, derivanti dai cellulari donati, andranno a sostenere il progetto “Cucine Solari” in Ciad. La tecnologia può avere un’anima sociale che coniuga intenti etici con progetti di sviluppo sostenibile e rispetto ambientale poiché nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma anche per quanto riguarda la tecnologia “mobile”. L’importante è che il donatore prelevi dal telefono la scheda SIM, cancelli i dati personali sul cellulare e donare esclusivamente il proprio cellulare INTERO, di qualsiasi marca e modello, provvisto della sola batteria. La raccolta esclude qualsiasi altro accessorio (carica batterie, auricolari, fili elettrici e così via).
La raccolta avviene presso le parrocchie.
Per info: Caritas diocesana Piazza Vittorio Emanuele II, 17 Cava de’ Tirreni (tel.089 29 65 008, e-mail: caritasamalficava@libero.it)

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *