Mar. Ago 20th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Restauri a Pompei, indagato anche l’ex commissario Fiori

1 min read
Le accuse a vario titolo vanno dalla corruzione, all’abuso d’ufficio: c'è anche un arresto

Pompei -  Tempio di Giove e arco onorarioMisure cautelari, tra cui un arresto, per lavori di restauro negli scavi di Pompei nel periodo del commissariamento, dal Teatro grande ad altre evidenze monumentali. Indagato per abuso d’ufficio anche l’ex commissario Marcello Fiori. Il gruppo di Torre Annunziata della Guardia di finanza sta notificando una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per il rappresentante legale della Caccavo srl, società aggiudicatrice dei lavori, tre divieti di esercitare l’attività professionale nei confronti di ingegneri della Soprintendenza Archeologica e un divieto di contrattare con la pubblica amministrazione nei confronti sempre del legale rappresentante della srl. Le accuse a vario titolo vanno dalla corruzione, all’abuso d’ufficio, frode nelle pubbliche forniture e truffa ai danni dello Stato. In esecuzione anche un sequestro preventivo di beni per circa 810mila euro. I provvedimenti scaturiscono da indagini relative ai lavori eseguiti all’interno dell’area archeologica, che hanno comportato una spesa per oltre 8 milioni di euro. Per gli inquirenti, era illegittimo l’utilizzo da parte della gestione commissariale di procedure in deroga nell’affidamento dei lavori rispetto alla normativa sull’evidenza pubblica degli appalti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *