Ven. Ago 23rd, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

“Ring” di Manzi e De Cristoforo: il soprendente gioco del teatro

1 min read
dal blog di Luciana Libero
di Luciana Libero (dal quotidiano “La Città”)

Ring1

La difesa dell’opera d’arte di Ilse, ne “I giganti della montagna”, è una battaglia persa: i giganti la schiacceranno senza comprendere la differenza tra lei e il suo personaggio. O meglio, senza comprendere la differenza tra l’Arte e la sua rappresentazione. La crisi non è solo economia e la decadenza può andare oltre la Storia per toccare il senso più intimo dell’esistenza, la riflessione filosofica su sé e il mondo. Sembrerebbe questa la strada – non certo semplice – scelta da Andrea Manzi con “Ring”, che Pasquale De Cristoforo ha messo in scena l’altra sera a S. Sofia nell’ambito della rassegna “Il gioco serio del teatro” diretta da Antonello De Rosa. E non è certo un caso se, come nel testo, anche lo spettacolo si apre proprio con le immagini della versione di Strehler dell’opera di Pirandello mixate a Leo de Berardinis, a Carmelo Bene e all’insuperabile marionetta di Totò. E si cita, inoltre, Gatto, Campana, Pasolini.

Continua a leggere su La Città di Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *