Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Salerno, giallo sull’assenza del sindaco De Luca alla processione

Salerno, giallo sull’assenza del sindaco De Luca alla processione

Salerno, giallo sull’assenza del sindaco De Luca alla processione

Foto: comune.salerno.it

Il sindaco De Luca non ha partecipato alla processione di San Matteo nella quale per circa vent’anni ha insidiato la popolarità dell’Evangelista. Varie ipotesi sul forfait imprevisto. Malore da stress, timore dell’applausometro, un ordine non gradito nelle file riservate ai politici, disagio per i recenti attacchi della stampa quotidiana o rabbia per il blocco del cantiere del Crescent confermato proprio oggi dal Tar?
Il Comune aveva predisposto per la giornata di festa religiosa e civile manifesti molto enfatici: “Orgoglio Salerno”, “Salerno cresce. C’è fiducia”, per cui è stato più difficile capire il motivo vero della defezione.
Le previsioni della vigilia erano alterne: fischi secondo la malevolenza degli “anti”, così come sembravano confermare alcuni manifestini inneggianti al santo (sul retro “De Luca vattene”) poi distribuiti durante il percorso della processione. Successo assicurato per il popolo deluchiano ancora molto vasto in città.
Durante il Pontificale della mattinata in Cattedrale, il sindaco era apparso molto stanco e provato, ma c’è anche chi mette in relazione la sua assenza con alcune parole molto nette del vescovo Moretti, che ha invitato tutti a mettere fine alla spettacolarità che da anni accompagna il rito in onore del Santo patrono. In ogni caso il forfait del primo cittadino alla processione ha allentato l’improvvida identificazione tra istituzioni e fede, che da anni aveva contaminato il territorio del sacro.
Il Comune è stato rappresentato dalla vice sindaco Eva Avossa.
Con l’applausometro spento è venuto meno un rito che tutti consideravano familiare e che, per anni, ha ispirato discorsi intorno alla politica e spunti giornalistici sulla presunta forza politica del sindaco. Le inaugurazioni di cantieri nei giorni dei festeggiamenti confermano l’importanza che il sindaco ha da sempre riconosciuto a questa festa della Chiesa. Quest’anno, però, anche le inaugurazioni sono state contestate da disoccupati e altre forze politiche, gettando un’ombra sul carisma del primo cittadino, ultimamente messo in discussione anche da parlamentari e dirigenti del suo stesso partito.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3626

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto