Mar. Lug 16th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Il sindaco chiama l’esercito contro i “cafoni” della movida

2 min read
La movida del centro di Salerno e il litorale salernitano saranno controllati anche dall’esercito. Da oggi e fino al 31 dicembre prossimo un contingente delle forze armate affiancherà le forze dell'ordine nell'ambito dell'operazione “Strade Sicure”, predisposta dal prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone. Il ministro dell'Interno e il ministro della Difesa hanno infatti firmato il decreto per l'invio dei militari per intensificare i controlli, soprattutto nelle zone di Pontecagnano, Eboli, Battipaglia e Capaccio. La richiesta di un contingente militare è stata avanzata dal prefetto su sollecitazione del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca e del presidente della Provincia Edmondo Cirielli nel corso delle ultime riunioni del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

La movida del centro di Salerno e il litorale salernitano saranno controllati anche dall’esercito. Da oggi e fino al 31 dicembre prossimo un contingente delle forze armate affiancherà le forze dell’ordine nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure”, predisposta dal prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone. Il ministro dell’Interno e il ministro della Difesa hanno infatti firmato il decreto per l’invio dei militari per intensificare i controlli, soprattutto nelle zone di Pontecagnano, Eboli, Battipaglia e Capaccio. La richiesta di un contingente militare è stata avanzata dal prefetto su sollecitazione del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca e del presidente della Provincia Edmondo Cirielli nel corso delle ultime riunioni del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Dagli amministratori era stata infatti espressa preoccupazione per episodi sempre più frequenti di furti, risse, abuso di alcool e droghe. L’invio dell’esercito è l’ultimo atto di diversi tentativi di controllo del territorio per garantire sicurezza e rispetto delle regole. Finora le forze dell’ordine hanno provveduto al setaccio dei vicoli del centro storico, concentrando la propria attenzione su quelle aree più densamente frequentate in virtù della presenza di locali notturni. Ai vigili spetta infatti il controllo amministrativo dei locali: si va dalla verifica delle licenze al rispetto delle ordinanze sindacali sull’intrattenimento musicale. Ai poliziotti, invece, competono i controlli anti droga, le identificazioni e in generale la prevenzione e la repressione di eventuali episodi criminali. Con il nuovo piano saranno coinvolti nei controlli anche le altre forze dell’ordine e gli uomini dell’esercito, appunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *