Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Cultura » Salerno letteratura, il centro storico diventa libro

Salerno letteratura, il centro storico diventa libro

Salerno letteratura, il centro storico diventa libro
di Luigi Zampoli

È partito ieri e durerà sino al 25 giugno il Festival “Salerno Letteratura”: una rassegna di scrittori, autori, narrativa e saggistica che vedrà la partecipazione di un nutritissimo e prestigioso numero di narratori italiani e stranieri, intellettuali e artisti.
L’ambientazione sarà quella di sempre, ovvero il dedalo di atri, vicoli e slarghi del centro storico di Salerno, proscenio ideale di una rassegna che si è sempre caratterizzata per la sua teatralità, tipicamente mediterranea. I protagonisti saranno ancora loro: libro, il racconto, i versi, l’invenzione letteraria, il mondo immateriale che lascia tracce indelebili in ognuno di noi, cultori, fruitori della parola o semplici curiosi.
Di particolare rilevanza la collaborazione con il Salone del Libro di Torino e il Festival delle Generazioni, ma Salerno Letteratura significa, soprattutto, la sfida per la realizzazione di un binomio tra Sud e cultura, un’idea che non sembra più così lontana.
La dimensione peculiare e autonoma del Festival non può che riconoscersi nella valorizzazione della “parola “ che nasce e viene dal Meridione.
Francesco Durante e Ines Mainieri, rispettivamente direttore artistico e direttrice organizzativa della rassegna, hanno allestito un cartellone che va ben oltre la letteratura, cercando di racchiudere ogni espressione artistica, letteraria fino a includere il giornalismo e la politica: le molteplici forme della narrazione del nostro presente.
Leggendo il ricco programma di quest’edizione 2017, spicca, in particolare, la sezione del festival “Una mappa italiana”, curata da Paolo Di Paolo, autore di “Mandami tanta vita”, 2013 (Feltrinelli), finalista al Premio Strega e vincitore del Premio Salerno Libro d’Europa, che presenta diciotto autori tra i più interessanti della scena letteraria italiana.
Un’occasione per conoscere da vicino lo stato dell’arte e prendere contatto con l’attualità editoriale.
Vastissima la serie d’incontri con gli scrittori più apprezzati del panorama nazionale, dai cinque finalisti del Premio Strega 2017 a Edoardo Albinati, finalista Premio Strega 2017, che presenterà il suo nuovo libro “Un adulterio” (Rizzoli).
Come ogni anno, il successo della manifestazione sarà dato dall’intreccio riuscita tra forma e contenuto, con libri e scrittori che mischiano le loro parole con i suggestivi prosceni dell’antica Salerno.
L’intero programma di Salerno letteratura è consultabile sul sito www.salernoletteratura.it.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3438

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto