Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Sanremo. Ecco i big “nazional popolari” di Fazio. Mistero sulla data

Sanremo. Ecco i big “nazional popolari” di Fazio. Mistero sulla data

Sanremo. Ecco i big “nazional popolari” di Fazio. Mistero sulla data

Pop e contemporaneità. Le due parole d’ordine di Fabio Fazio si ritrovano nella scelta dei 14 big dell’edizione 2013 del Festival di Sanremo. Un cast che non ha preclusioni (come già il conduttore di Sanremo 2013 aveva tenuto a sottolineare per la scelta dei giovani) e che rappresenta la musica che maggiormente oggi si ascolta in radio, in televisione, nei locali e sul web. Grande attesa per il ritorno del 31enne Raphael Gualazzi, uno dei pochi veri talenti emersi in Italia negli ultimi anni, vincitore due anni fa a Sanremo di tutti i premi possibili nella categoria Giovani, che torna al Festival forte anche del meritato successo internazionale che sta riscuotendo. Di grande rilevanza la presenza di Daniele Silvestri, l’artista che ha fatto dell’impegno e dell’ironia la sua cifra stilistica torna sul palco dell’Ariston a 6 anni dal clamoroso successo della “Paranza”. Grande voce è quella di Malika Ayane, alla sua terza partecipazione a Sanremo (seconda nei big). Ritornano a Sanremo a 17 anni dalla loro clamorosa partecipazione con “La Terra dei cachi” gli Elio e le storie tese, vincitori morali dell’edizione 1996 e poi conduttori, nel 2008, del Dopofestival. Elio fa parte della pattuglia dei personaggi riconducibili ai talent show: ovviamente Elio è stato soltanto il giudice del programma ma nel cast scelto da Fazio ci sono tre altri prodotti di quello che oggi è uno dei pochi generi musicali su cui puntano le case discografiche. A cominciare da Chiara, fresca vincitrice dell’edizione 2012 di X Factor, il talent show di Sky Uno, adorata dal pubblico e dalla critica. Da Amici arriva invece Annalisa , sicuramente la più amata dai critici del talent di Maria De Filippi. E c’è poi Marco Mengoni, vincitore di X Factor nel 2009, già in gara a Sanremo nel 2010, classificatosi al terzo posto con “Credimi ancora”. Canzone d’autore anche per Max Gazzè, alla sua quarta partecipazione al Festival (l’ultima con “Il solito sesso”). E autore è anche Simone Cristicchi, trionfatore nel 2007 a Sanremo con “Ti regalerò una rosa” (nel 2009 tornò a Sanremo con il brano “Meno male”). Curiosità per il ritorno all’Ariston della cantante e attrice napoletana Maria Nazionale, già al Festival, ma in coppia con Nino D’Angelo, nel 2010 (eliminato alla prima serata). Ancora Napoli con gli Alma Megretta, band napoletana di lunga militanza. Altra band in gara sono i Marta sui Tubi, attivi dal 2002, capitanati dai cantanti Carmelo Pipitone e Giovanni Gulino: avrebbero dovuto essere all’Ariston due anni fa per accompagnare Anna Oxa nella serata del venerdì ma la cantante venne eliminata prima della finale. Di maggior popolarità possono godere i Modà: per il gruppo è la terza partecipazione a Sanremo, l’ultima nel 2011 con “Arriverà”, cantato assieme a Emma Marrone e secondo classificato in graduatoria. Debuttante tra i big è la 29enne Simona Molinari, napoletana di nascita ma residente a L’Aquila: all’Ariston c’era già stata tra i giovani nel 2009 con Egocentrica (aveva fatto anche un duetto con la Vanoni il venerdì sera). Sul palco sarà accompagnata dal pianista e cantautore americano Peter Cincotti, con cui aveva collaborato nel disco del 2011. «Quanto alla data. E’ ovvio che se si votasse il 17 il Festival dovrebbe spostarsi. Ma non ci voglio nemmeno pensare…». Così Fabio Fazio su twitter commenta l’ipotesi di spostamento del Festival di Sanremo in vista delle elezioni.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1291

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto