Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Ethos » ULTIMI » ultimi_archivio » Scampia, la camorra costruisce muri dietro i quali spacciare

Scampia, la camorra costruisce muri dietro i quali spacciare

Scampia, la camorra costruisce muri dietro i quali spacciare
di Aniello Manganiello

fotoscampiaAbusi edilizi, costruzioni di muri e cancelli da parte della camorra. Le notizie mi giungono dal rione Don Guanella, dove la malavita locale sta ergendo queste costruzioni per poter spacciare senza essere disturbati e per impedire alle forze dell’ordine di intervenire.
C’è bisogno di un segnale forte da parte del Comune: si deve chiedere l’abbattimento immediato dei manufatti abusivi. È opportuno dare un segnale forte alla malavita. È necessario un intervento volto a migliorare la qualità di vita delle persone; ci vuole un gesto in grado di dare credibilità a tutti i bei discorsi che solitamente fa chi gestisce la cosa pubblica nella città di Napoli.
Costruire manufatti abusivi è un atto illegale: non è necessario essere camorristi per farlo. Il rispetto delle regole è importante per cambiare, così come è necessario che tutti rispettino le regole.
Arrestiamo i Girati, gli Scissionisti, i Lo Russo… Ma i semplici arresti non rendono migliore la vita delle persone. La camorra non spaccia più oramai alla luce del sole; la camorra spaccia a domicilio.
La gente del rione Don Guanella è costretta a subire abusi, prepotenze, violenza psicologica e prevaricazioni continue da parte della camorra locale che, tra le altre cose, ha ripreso a chiedere il pizzo al mercato.
Io sogno un rione Don Guanella diverso.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3631

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto