Mar. Ago 20th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Scandalo Mps, slitta l’interrogatorio di Mussari

2 min read
L'ex presidente, accusato di "operazioni sospette", deve raccontare le sue verità

Monte-dei-Paschi-Mussari-e-una-storia-spericolata-anche-politica_h_partbAtteso a Siena per essere interrogato dai pm, Giuseppe Mussari è entrato in Procura per 15 minuti, ed ha chiesto e ottenuto che il faccia a faccia con gli inquirenti slitti di qualche giorno. Ai magistrati assicura che è pronto a rispondere la tutte le domande, ma uno dei suoi difensori, l’avvocato Tullio Padovani, era oggi impegnato in Cassazione e non poteva assisterlo a Siena. La Procura contesta all’ex presidente di Mps una serie di operazioni “sospette” compiute negli anni passati dall’’stituto. In una caserma romana delle Fiamme gialle, dove è stato sentito come persona informata dei fatti, Antonio Rizzo, ex funzionario della banca d’affari tedesca Dresdner ha ribadito le sue accuse: era stato lui nel 2007, davanti ai magistrati milanesi, a chiamare in causa due ex dirigenti dell’area finanza del Monte dei Paschi di Siena, Gianluca Baldassarri e Matteo Pontone, sostenendo che erano conosciuti come “la banda del 5 per cento”. Il caso intanto, continua ad essere al centro delle polemiche politiche. E mentre il premier Mario Monti ha sottolineato di essere «convinto che Bersani non abbia niente a che fare con questa vicenda», il leader del Pdl Silvio Berlusconi in un’intervista a un quotidiano ha ribadito che Mps «rappresenta la normalità di ciò che succede nelle cosiddette regioni rosse» e che dietro la vicenda ci sono «scandali che in campagna elettorale la magistratura si guarda bene dal sollevare, non ne hanno messo in galera uno, se si fosse trattato di noi..». «Qualche iniziativa che ho definito estemporanea – ha osservato il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, con un riferimento indiretto alla procura di Trani – mi sembra più dettata da esigenze di inseguire notorietà che da un coerente e responsabile esercizio dell’azione penale»: la competenza territoriale non è “un optional”, ma «uno dei criteri fondamentali nell’esercizio della giurisdizione». Il Comitato di presidenza di Palazzo dei Marescialli ha quindi deliberato l’apertura di una pratica in Sesta Commissione inerente proprio eventuali modifiche alla disciplina della competenza territoriale. Un preoccupato richiamo è arrivato pure dai lavoratori del Monte dei Paschi che chiedono ai media più attenzione criticando quella che giudicano «la cattiva informazione che viene diffusa continuamente ai danni dei dipendenti, dell’azienda, dei correntisti e dell’immagine della banca». Fabi e Fiba, sindacati dei bancari, hanno inviato una lettera aperta al presidente Napolitano chiedendo un intervento a sostegno dei dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *