Mar. Set 17th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Scuole finlandesi all’avanguardia, in calo il primato Usa

1 min read
Insegnanti nel nord Europa equiparati a medici e ad altri professionisti in vista

Gli americani amano le statistiche e le classifiche. Il Paese che considera la propria istruzione la migliore del mondo ha visto i propri standard educativi pesantemente contraddetti dalle statiche e risultati presentati dalla piccola e lontana Finlandia. Un Paese che non adotta nessun sistema valutativo nelle scuole primarie, fa iniziare ai ragazzi la scuola dell’obbligo a 7 anni e gli studenti non sono sottoposti ad esami e compiti a casa prima dei 13-15 anni. Ha una percentuale di accesso all’università del 60% di diplomati dalle superiori riuscendo a diplomare il 90% degli studenti, e un’alta percentuale di diplomati dalle superiori in Finlandia va alle scuole vocazionali (istituti tecnici e professionali) ma soprattutto spende il 30% in meno degli Stati Uniti in istruzione con risultati nettamente superiori. Ha un sistema scolastico di 600mila studenti e gli insegnanti sono selezionati tra il top 10% dei laureati, e tutti hanno un master in scienze della formazione. Le scuole sono al 100% finanziate dallo Stato. Agli insegnanti è dato un prestigio sociale pari a quello dei medici e degli avvocati. Solo il 10% di coloro che fa domanda d’insegnamento nella scuola primaria viene ammessa al concorso. E i risultati si vedono: in una gara internazionale tra studenti, i finlandesi sono arrivati davanti agli statunitensi in matematica, scienza e comprensione dei testi. Semplice equazione: ottimi insegnanti producono eccellenti studenti.
(v. p.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *