Se telefonando / prima parte

di Nicoletta Tancredi

sb10062916r-001– Vieni, vieni a trovarmi!
– Ma siamo proprio sicuri?
No, perché noi veniamo.
Non ci perdiamo niente, anzi ci fa molto piacere.
Non crediamo neanche di portarvi molto disturbo.
Certo il passeggino è alto e grosso che pare un’astronave.
Ma che volete che sia, a casa vostra c’è spazio.
Certo c’è da considerare che poi la tettadipendente vorrà fare la sua poppata, ma nel soggiorno c’è quella bella sedia a dondolo. Bella e antica, appena restaurata, la piccola starà benone.
Allora, dai, veniamo. Tanto in casa (d’altri) si sta tranquilli.
Anche se ci dovesse essere la necessità di cambiare le pupette, che cosa sarà mai!
Certo voi non avete il “mangiapannolini”, ma in fondo la cacca delle (mie) bimbe mica puzza!
Ah, volevo dirvi di togliere di mezzo gingilli di cristallo o comunque fragili, perché mia figlia potrebbe tagliarsi.
Potrebbero anche rompersi, direte voi.
Ma su, diciamo la verità, cosa volete che sia un (vostro) ricordo rispetto alla salute della (mia) bambina.
Bene, bene.
Allora non mancheremo.
Staremo a meraviglia.
Verremo, verremo!
D’altro canto si sa come sono i bambini.
Giusto un po’ di fastidio potremmo darlo per preparare la pappa alla primogenita.
Ma anche qui, suvvia, l’importante è che mangi.
I bambini devono crescere.
E allora dobbiamo decidere solo quando.
Pronto… pronto?
Eppure la mia dolce bambina questa volta non ha staccato la spina del telefono!

Mummybook è anche su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *