Home
Tu sei qui: Home » Archivio » “Si salvi chi può”, al Parmenide in scena dopo il voto

“Si salvi chi può”, al Parmenide in scena dopo il voto

“Si salvi chi può”, al Parmenide in scena dopo il voto

Auditorium Parmenide. InternoLa rassegna teatrale dell’Auditorium Parmenide di Ascea riprende con “Si salvi chi può”. L’appuntamento con lo spettacolo di Gigi Savoia, Massimo Maiello e Renato De Rienzo, con la regia di Marco Kretzmer, è fissato per sabato 2 marzo alle ore 21.
In occasione delle elezioni politiche, infatti, il teatro auditorium Parmenide sospende la programmazione per l’intero mese di febbraio.
“Si salvi chi può” è un omaggio alla memoria storica della città di Napoli che, nell’ultimo secolo, ha prodotto artisti di valenza mondiale sia nel campo musicale e canoro sia in quello drammaturgico. La formula è semplice e ha l’obiettivo di accompagnare per due ore il pubblico in un viaggio dedicato ai grandi nomi del Novecento napoletano, rafforzando il legame indissolubile tra popolo, da sempre fonte di ispirazione, e artisti, che con la loro opera hanno una funzione di “medicina” soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà socio-economica. Sul palcoscenico si rivivono le affascinanti atmosfere del teatro di Raffaele Viviani e si ascoltano le sue emozionanti canzoni. Un grande spazio è dedicato ad Eduardo De Filippo, di cui si ripercorrono le drammaturgie piene di significati profondi e di autentica comicità. Non manca il ricordo di Salvatore Di Giacomo e delle sue canzoni diventate simbolo di Napoli in tutto il mondo, fino ad arrivare al grande Totò ed all’indimenticabile Nino Taranto. Gli attori-cantanti sono accompagnati da musicisti e ballerine che scandiscono i passaggi temporali e rendono le atmosfere armoniose. Tutto in un clima di comicità ed allegria, ma anche con un pizzico di riflessione.
In occasione della ripresa degli spettacoli, sabato 2 marzo, è previsto anche l’inizio ufficiale – alle ore 17 – del corso di recitazione gratuito, ideato e promosso dal direttore artistico Carlo Sacchi, a cura della Compagnia Stabile del Cilento, in collaborazione con lo Ials – Istituto addestramento lavoratori dello spettacolo e con l’associazione “Parco del Cilento. Centro studi Maria Franciulli Battagliese di Ascea. Al corso di teatro prenderanno parte oltre cinquanta iscritti tra studenti, docenti, liberi professionisti e pensionati provenienti dall’intera provincia di Salerno. Tutti uniti dalla passione comune per il teatro e per il mondo dello spettacolo. La prima lezione sarà tenuta dai docenti Gino Cogliandro per la drammaturgia comica e Claudio Meloni per il musical.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto