Sky: secondo gli italiani Bersani vincerà le elezioni

Sky: secondo gli italiani Bersani vincerà le elezioni

Lista Monti in crescita (15,1%), Movimento 5 Stelle in calo (14,4%), e coalizione di centrosinistra guidata dal Partito democratico (39,6%) sempre in testa nelle intenzioni di voto per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. E’ quanto emerge dalla rilevazione quotidiana che Sky TG24 ha commissionato all’Istituto Tecné per monitorare l’evoluzione degli indirizzi di voto dell’opinione pubblica nel corso della campagna elettorale. Le variazioni percentuali sono riferite alla rilevazione effettuata il giorno precedente. In base ai dati rilevati per i singoli partiti, il Pd si attesterebbe al 33,7% (-0,1%), Sel al 4,5% (- 0,1%) e Altri di centrosinistra all’1,4% (- 0,1%). All’interno del centrodestra, il PdL avrebbe il 18,1% (-0,1%) dei voti, la Lega Nord si assicurerebbe il 4,2% (-0,3%) La Destra l’1,2% (+0,1%), Altri di centrodestra l’1,1% (+0,1%). L’Udc salirebbe al 4,6% (+0,2%), Fli all’1,3% (+0,1%) mentre Scelta civica raccoglierebbe il 9,2% (+0,5%). Il Movimento 5 Stelle raggiungerebbe il 14,4% dei consensi (-1,3%), Rivoluzione civile il 4,1% (+0,7%), Altri al 2,2% (+0,3%). Sul fronte delle coalizioni, quella guidata da Pier Luigi Bersani raggiungerebbe nel complesso il 39,6% (-0,3%), quella di centrodestra il 24,6% (-0,2%) mentre il centro di Monti otterrebbe il 15,1% (+0,8%). Infine, alla domanda su chi vincerà la competizione elettorale, il 46,1% ha risposto Pierluigi Bersani (+3,1%), il 17,9% Silvio Berlusconi (-3,6%), il 17,7% Mario Monti (+0,9), il 7,3% Beppe Grillo (+1,4%) mentre lo 0,4% prevede Antonio Ingroia (+0,3%). Per il 7,4% ci sarà un pareggio (+0,5%) mentre il 3,2% non sa o non è interessato (-2,6%). Per il presidente di Tecné, Carlo Buttaroni, «si conferma la crescita dell’area di centro (+0,8%) che rimane comunque distante dalle coalizioni guidate da Bersani e Berlusconi. L’andamento speculare di Monti e di Berlusconi dipende dal fatto che incidono nello stesso bacino elettorale. Al crescere dell’una, infatti, decresce l’altra coalizione». Dal punto di vista metodologico, ciascuna indagine viene realizzata con metodo c.a.t.i. (interviste telefoniche assistite da computer) su un campione di 600 casi, articolato per area geografica, ampiezza centri, sesso e classi d’età. Il campione è auto-implementante, nel senso che implementa, con ciascuna rilevazione giornaliera, il campione settimanale. I dati che riguardano il borsino della politica e la sociologia del voto si basano sui complessivi 3000 casi rilevati nel corso della settimana.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *