Ven. Ago 23rd, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Sognando Salifornia

2 min read
Salerno, il disastro dei conti pubblici / di Pietro Ravallese
di Pietro Ravallese
Pietro Ravallese
Pietro Ravallese

Quanto costano ai salernitani le scelte di chi governa a Palazzo di città?
Debiti e tasse pesano sempre di più sulle famiglie salernitane.
È quanto emerge da alcuni dati contenuti dal DUP (Documento Unico di Programmazione 2017/2019).
Ogni salernitano ha un indebitamento pari a 1350 euro ed ogni famiglia di 3328 euro.
Se si considerano poi i debiti fuori bilancio la somma che grava sulle oltre 55.000 famiglie salernitane aumenta ulteriormente.
Salerno é tra i primi 30 comuni italiani più indebitati. Dal 2011 ad oggi la situazione è peggiorata sia in termini assoluti (183 milioni di debiti per obbligazioni e mutui a fronte di 181) sia procapite. 1350 euro a fronte di 1291 euro per ciascun residente a Salerno.
Sotto il versante della pressione fiscale le cose non vanno meglio analizzando l’evoluzione delle entrate correnti per abitante.
Negli ultimi 6 anni le entrate correnti sono aumentate di circa 20 milioni di euro.
Il dato importante è che mentre nel 2010 le voci per entrate tributarie e trasferimenti più o meno si equivalevano (rispettivamente 41,3 % e 39,1%) nel 2015 invece la prima voce – entrate tributarie – è passata al 71% e la seconda – trasferimenti esterni –  è diminuita al 12,2% così come è diminuita di circa il 3% la terza (entrate extratributarie per partecipazione e servizi resi).
Il che significa che su ogni salernitano la pressione fiscale è aumentata di circa il 94% negli ultimi 6 esercizi finanziari.
Perche è stato perseguito l’obiettivo di aumentare le entrate di 20 milioni di euro ? Perché non lasciare lo stesso standard di entrate di 6 anni fa?  Perché non lavorare sulla qualità dei servizi resi e dell’efficienza economica corrispondente alla terza voce relativa ad entrate extratributarie?
Una risposta diversa da quella data dall’amministrazione comunale avrebbe probabilmente ridotto almeno del 20% il peso fiscale sui salernitani se non di più, il che tradotto in soldi significa almeno 200 euro in meno per ogni residente. Una famiglia di 4 persone avrebbe recuperato circa 800 euro da spendere semmai per un mese di relax in un lido salernitano. Ed invece li paghiamo di tasse “Sognando Salifornia” prendendo in prestito il titolo di una canzone dei Dik Dik del 1966.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *