Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Sparatoria tra rom e polizia, fermati tre nomadi

Sparatoria tra rom e polizia, fermati tre nomadi

Sparatoria tra rom e polizia, fermati tre nomadi

Sono stati identificati e fermati i tre nomadi che occupavano l’Opel Kadett che all’alba di ieri è rimasta coinvolta in un conflitto a fuoco con la polizia stradale nel napoletano. I tre, in compagnia di Andrea Hadzovic, avevano forzato il posto di blocco sull’asse mediano dando vita poi alla sparatoria nella quale è rimasto gravemente ferito Hadzovic, abbandonato poi fuori il pronto soccorso dell’ospedale di Giugliano dove poi è deceduto. I reati contestati a Negio Salkanovic, 41 anni; Valter Seferovic, 34 anni e a Zdravko Hadzovic, 24 anni, sono rapina, resistenza, violenza e tentato omicidio. Tutti i fermati sono residenti nel campo nomadi di Giugliano, in localitĂ  Ponte Riccio. Secondo quanto accertato dalle indagini condotte dagli agenti della Giudiziaria del Comportimento della Stradale della Campania e del Molise, prima di giungere al posto di blocco si erano resi responsabili, durante la notte tra il 7 e l’8 novembre, di una rapina ai danni di una tabaccheria di Santa Maria Capua Vetere, nel Casertano. Il bottino portato via era composto da ingenti quantitativi di sigarette, gratta e vinci e schede magnetiche per ricariche telefoniche. Utili per il riconoscimento dei volti dei tre indagati e del defunto Hadzovic, le immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza situati all’interno dell’esercizio commerciale. L’Opel Kadett utilizzata per compiere la rapina e poi protagonista del conflitto a fuoco, è stata rinvenuta, grazie alla collaborazione degli uomini del Reparto Volo della polizia, nelle vicinanze del campo rom di Ponte Riccio. Le targhe dell’auto erano state rubate poco prima della rapina. Nella vettura sono state rinvenute soltanto circa 30 pacchetti di sigarette, alcune schede per ricariche, biglietti dei mezzi pubblici e alcuni arnesi utili allo scasso: un piede di porco e un palo di ferro. Proseguono le indagini per accertare se gli indagati siano stati protagonisti, nei giorni scorsi, di altri episodi criminali.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1292

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto