Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Stazione marittima, continuano i lavori di messa in sicurezza

Stazione marittima, continuano i lavori di messa in sicurezza

Stazione marittima, continuano i lavori di messa in sicurezza

«I lavori alla Stazione Marittima di Salerno proseguiranno per la messa in sicurezza del cantiere». Lo annuncia oggi Luigi Ciancio, segretario generale della Feneal-Uil, che spiega come l’intento sia quello di evitare la cassa integrazione per gli operai dell’azienda di Passarelli.
«Oggi ci siamo incontrati con l’impresa e con i lavoratori e siamo giunti a questa conclusione. Il 7 gennaio, poi – ha spiegato Ciancio – ci riaggiorneremo sulla questione».
La questione che riguarda la ditta appaltatrice dei lavori per la Stazione Marittima a Salerno va avanti oramai da tempo: l’azienda che fa capo a Giuseppe Passarelli da tempo batte cassa al Comune dove finora ha trovato poca disponibilità finanziaria.
Il problema sarebbe principalmente legato alla burocrazia e agli intoppi che caratterizzano le opere pubbliche finanziate tramite Fondi strutturali europei – la Stazione Marittima è un’opera interamente finanziata con fondi europei – che hanno bisogno di una trafila particolare per ricevere i finanziamenti.
Insomma, un balletto di responsabilità tra gli enti con in mezzo l’impresa appaltatrice che avanza un credito non indifferente dal comune.
Nei giorni scorsi un incontro tra le maestranze sindacali al Municipio di Salerno con Passarelli e gli assessori Bonaiuto e De Maio era servito a fare il punto della situazione.
Stamattina, invece, c’è stato l’incontro con i lavoratori impegnati presso la Stazione Marittima. Nel corso della chiacchierata si è deciso di dare seguito agli impregni presi nella riunione al Comune di qualche giorno fa e di continuare con la messa in sicurezza del cantiere; un’opera che viene ritenuta fondamentale alla luce dell’incertezza sul futuro.
«Passate le festività – ha spiegato Ciancio – ci incontreremo il 7 gennaio per decidere eventuali provvedimenti di cassa integrazione o, come ha già chiesto il sindacato, lo spostamento in altri cantieri. Siamo convinti di avviare – ha spiegato il segretario della Feneal-Uil – congiuntamente all’impresa e alla stazione appaltante tutte le iniziative per evitare il blocco a tempo indeterminato dell’opera».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto