Stiamo uscendo da noi stessi e non lo sappiamo

Stiamo uscendo da noi stessi e non lo sappiamo
di Rino Mele

 

meleCon la sua pellicola sporca

l’inquinamento copre il nostro poco mondo, chiude

il respiro.

Avremo caldo di notte, ancora più

quando piove,

urleremo nel sonno attaccati a una fontana arida,

simulacro di una progressiva infezione.

Il forno

è pronto: allegramente ci giriamo

intorno danzando, giocando con carte sbiancate,

qualcuno pensa alla morte della specie

come fosse quella di un amore e non sa che

sparire insieme è terribile,

la fine della specie è il pianto negato al morire.

 

 

 

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *