Stop al market della droga a Scampia, ora si vende al dettaglio

Stop al market della droga a Scampia, ora si vende al dettaglio

La pressione costante delle forze dell’ordine, soprattutto grazie ai rinforzi arrivati a fine agosto e alla sinergia che si è creata, ha determinato il momentaneo stop al “supermercato” della droga nell’area Nord di Napoli, Scampia in testa, costringendo i clan e le organizzazioni satellite a ritagliarsi forme di vendita al dettaglio. E’ l’analisi del comandante provinciale dei carabinieri Marco Minicucci, a margine della presentazione del calendario dell’Arma 2013. «A Scampia oggi non c’è più lo spaccio all’ingrosso – dice – non ci sono più file in piazze di spaccio quali quelle delle Case celesti o del lotto T/A, c’è una vendita al dettaglio. Noi cerchiamo di assicurare normalità all’area». Da mesi tra Secondigliano, Scampia e Melito, aree chiave della nuova faida, ci sono servizi costanti ad alto impatto e presenza di uomini nei punti strategici; sono arrivati infatti rinforzi per complessivi 400 uomini, tra militari dell’Arma e poliziotti, che consentono di mantenere anche presidi costanti nelle strade. «L’utilizzo dell’esercito – aggiunge – che già abbiamo sperimentato a Nola e Capodichino ci solleverà da altri compiti e aiuterà a concentrare la sinergia, il sistema sicurezza che abbiamo messo in campo con la collaborazione intensa tra forze dell’ordine, sul territorio».

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *