Mer. Set 18th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Strategie di sopravvivenza per anti-Ercole e scansafatiche

2 min read
Se la mattina, a colazione, siete così stanchi che anche girare il cappuccino per voi è impresa ardua, allora non c’è dubbio: siete dei pigroni inguaribili.

Se la mattina, a colazione, siete così stanchi che anche girare il cappuccino per voi è impresa ardua, allora non c’è dubbio: siete dei pigroni inguaribili. E se non c’è nessuno che vi sostituisca, sappiate che c’è, invece, qualcuno che ha impiegato il suo tempo per realizzare una serie di oggetti, utili a sollevarvi da queste quotidiane “fatiche”.
Le novità per tutti gli anti-Ercole corre sul web e il sito di Repubblica mostra le immagini delle idee più bizzarre. Così, per la colazione, c’è una tazza che gira il cappuccino. E, per il pranzo, una forchetta che arrotola gli spaghetti (ma questo ritrovato probabilmente varrà per i pigri non-italiani). Stesso principio per il cono che gira il gelato, se non vi andasse si sforzare troppo il polso. Addirittura c’è uno “sbuccia-banana”. E un frigo che versa automaticamente le bevande.
Se la svogliatezza e l’inattività, invece, vi prendono nelle faccende domestiche, indossate le pantofole con cui si spazza il pavimento. Una camminata, certo, bisogna farla, ma non c’è confronto col metodo tradizionale di pulizia (e forse neanche sul risultato, ma per i pigri incalliti questo aspetto potrebbe contare meno). Perfino rifare il letto potrebbe essere finalmente una “passeggiata”. Scegliendo un modello speciale, basterà schiacciare il pulsante di un telecomando e attendere 50 secondi: lenzuola, coperte e cuscini saranno sistemati automaticamente. Certo meno di un minuto per i pigri “veri” potrebbe essere un tempo troppo breve. Ma si può restare ad oziare di più, aspettando che la bustina del tè colori l’acqua, senza doversi preoccupare di tirarla su: hanno inventato un sistema, a forma di pinguino, che raccoglie la bustina al posto vostro. Non vi aspettiate però che l’uccello polare beva al posto vostro.
(n.t.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *