Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Su Report (Raitre) la Capitale stritolata dalla corruzione

Su Report (Raitre) la Capitale stritolata dalla corruzione

Su Report (Raitre) la Capitale stritolata dalla corruzione
www.tempi.it

www.tempi.it

Sembra un romanzo ma purtroppo non lo è. Si tratta soltanto della drammatica verità. Report (dopodomani, domenica, 21,30 su Raitre) propone una puntata che assomiglia a un film noir. Solo che è tutto vero.
 I subappalti per la metro C infiltrati dalle mafie; la nuova banda della Magliana che entra negli affari che contano; i mille consulenti del Comune, i debiti milionari delle municipalizzate; lo scandalo delle tangenti sui filobus. E tanti omicidi. Non è Romanzo Criminale, questa è la Roma vera degli ultimi anni. 
Report passa al setaccio le zone grigie di una città aggredita per accaparrarsi il fiume di danaro che la attraversa. L’urbe eterna è piena di debiti, talmente indebitata da dover svendere i gioielli di famiglia. Ad attendere al varco c’è una nuova criminalità. Una puntata, quindi, da non perdere, dal titolo principale particolarmente eloquente, “Romanzo capitale”, a cura di Paolo Mondani.

Altro servizio che cala la lente sulla gravissima corruzione italiana si intitola “La storia infinita”, a cura di Claudia Di Pasquale. In esso si rivive una storia molto inquietante: era il 1997 quando la Sicilcassa, la storica banca siciliana, fece fatto crack. Sembra una vecchia storia. Ma non è così. A distanza di sedici anni è ancora in corso il processo sul crack della banca e solo due mesi fa è arrivata la sentenza di condanna in primo grado per gli ex amministratori, accusati di bancarotta fraudolenta. Ancora oggi è in piedi la struttura della liquidazione della Sicilcassa che, sotto la vigilanza della Banca d’Italia, ha il compito di provare a recuperare i crediti ereditati dal crack della banca. Alla fine chi ci ha guadagnato e chi pagherà?

Per la rubrica“C’è chi dice no” riparleremo di “Un eroe borghese” (l’autore del servizio èGiuliano Marrucci ). Si parlerà della storica vittoria referendaria il 3 marzo scorso, quando la Svizzera introdusse un meccanismo per mettere un tetto ai bonus stellari dei manager delle grandi aziende. Fu il frutto di una lunga battaglia solitaria di Thomas Minder, appunto un eroe borghese mai sufficientemente celebratio.

 

 

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3627

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto