Svolta in Siria, l’opposizione si unisce contro Assad

Svolta in Siria, l’opposizione si unisce contro Assad

L’opposizione siriana è giunta ad un accordo di principio per unire le sue differenti formazioni, hanno annunciato oggi diversi dei partecipanti alla riunione tenuta sotto l’egida del Qatar a Doha. «Ci siamo accordati sui punti essenziali per la formazione della Coalizione nazionale siriana delle forze d’opposizione e rivoluzione, e oggi proseguiremo le discussioni sui dettagli», ha dichiarato l’oppositrice Suheir Atassi. «Eravamo sul punto di firmare l’accordo, ma abbiamo preferito prendere il tempo necessario per studiare i regolamenti interni, come hanno chiesto alcune della parti», ha spiegato da parte sua l’ex deputato Riad Seif al termine di una riunione-fiume di circa 12 ore. I partecipanti ai lavori di Doha torneranno a riunirsi alle 7 di oggi (le 8 in Italia). Le discussioni avevano preso il via giovedì scorso sulla base di un’iniziativa dello stesso Seif, inizialmente rigettata dal Consiglio nazionale siriano (Cns). Le resistenze del Cns erano poi crollate ieri sotto le forti pressioni di Qatar, Emirati Arabi e Stati Uniti.
All’incontro di Doha, organizzato dal Qatar sotto l’egida della Lega Araba, e alla presenza dei rappresentanti di Italia, Usa, Gran Bretagna, Francia e Germania, Turchia, partecipano le diverse anime dell’opposizione siriana. Hanno il compito di far nascere una struttura politica unitaria, una sorta di “Parlamento”, a cui dovrebbe essere affiancata un “braccio operativo”. Si tratta di un processo, spiega Maurizio Massari, l’inviato del ministro degli esteri Giulio Terzi in cui «tutte le componenti saranno rappresentate, anche le minoranze alawite e cristiane». In particolare, il Cns confluirà nella nuova struttura.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *