Gli orrori grammaticali d’ateneo. E speriamo che se la “cavano”!

Non ci si stupisca se negli scritti della maggiorparte degli studenti universitari dell’ateneo salernitano si possono leggere i più vari “orrori” grammaticali, sintattici e di punteggiatura. Neppure si resti trasecolati al cospetto del “revisionismo storico-geografico” di molti degli iscritti alle facoltà umanistiche, secondo cui, per esempio, l’Unità d’Italia si sarebbe compiuta nel XX secolo e la nostra penisola si troverebbe a sud dell’Equatore (!).

Neppure si resti trasecolati al cospetto del “revisionismo storico-geografico” di molti degli iscritti alle facoltà umanistiche, secondo cui, per esempio, l’Unità d’Italia si sarebbe compiuta nel XXI secolo e la nostra penisola si troverebbe a sud dell’Equatore (!). E che dire delle nuove scoperte di cultura generale secondo le quali “S. Freud” sarebbe stato un famoso santo e “Postilla” un celebre critico letterario, fino ad arrivare ai più ricercati e raffinati “francesismi”, come il celebre “in auge” che alcuni studenti leggono “in òge”?

Leggi il seguito