Ombre di un complotto sulla rapina a lady Cavani, il caso Maradona

Complotto. La parola gira e rigira sui forum, tra i tifosi napoletani. Perché a pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina. Così la rapina ai danni della moglie del bomber del Napoli Edinson Cavani, in una città come Napoli dove lo scippo ad una vecchina non fa notizia, crea brutti pensieri. I tifosi gridano al complotto. E chi meglio dei napoletani conosce Napoli e le sue dinamiche. L’idea è più o meno questa: per favorire la partenza dell’attaccante uruguaiano (in predicato di trasferirsi alla Juventus) si colpisce la famiglia, “sacra” per i giocatori, facendo passare Napoli per la solita città pericolosa. Ora, premesso che alla donna è stato scippato un orologio del valore di 18 mila euro e non un tarocco delle bancarelle, va anche detto che ai danni dei giocatori del Napoli e delle loro mogli, le rapine si stanno verificando con una certa regolarità, cosa che lascia pensare ci sia qualcos’altro dietro.

Leggi il seguito

Ai Giochi Olimpici è la Campania il baluardo sportivo d’Italia

Non ci sarà Antonietta Di Martino, la saltatrice di Cava dei Tirreni, medaglia d’argento ai mondiali indoor di Istanbul. Non ci sarà nemmeno Giampiero Pastore, schermidore di Fisciano (SA) pluridecorato. Eppure la truppa di campani alle Olimpiadi di Londra sarà piuttosto nutrita. Una notizia positive che tra le tante (negative) fa sorridere e tifare. A pochissime ore dall’esordio degli italiani a Londra (la cerimonia d’apertura dei Giochi va in scena venerdì sera, ma da stasera è già Olimpiade con le donne del calcio che scendono in campo), la Campania resta una dei “baluardi” sportivi d’Italia, quarta tra le regioni italiane quanto a numero di qualificati ai Giochi

Leggi il seguito

I rilevatori del censimento, un esercito di giovani senza paga

Nessuno pensava di aver trovato il “posto fisso” ma di qui ad immaginare che per essere pagati avrebbero aspettato mesi ne passa. Sono i rilevatori del Censimento 2011, un esercito di giovani e meno giovani, precari, disoccupati e disillusi, senza soldi e senza fiducia. A Salerno, Milano, Torino, Bologna, paga diversa, trattamenti differenti ma stessi problemi.

Leggi il seguito

Proposta Cirielli3 / Secco il no di Lonardo, Pica e Valiante

Un coro di no alla proposta del presidente della Provincia di Salerno di creare una nuova regione senza Napoli. A parte sindaci “fedelissimi” e secessionisti, che spingono la proposta di Cirielli, in Regione Campania si respira aria diversa. Il presidente Stefano Caldoro ha più volte rispedito al mittente la proposta, l’ex presidente del Consiglio regionale, la sannita Sandra Lonardo (foto), parla addirittura di “boutade estiva”: “L’idea di una regione Campania – dice Lonardo a I Confronti – senza l’area metropolitana di Napoli non è al momento sostenibile, considerato il particolare contesto europeo. Le difficoltà economiche oggi, più che mai, richiedono il coraggio di scelte “aggreganti”. L’Italia, con tutte le sue regioni, non può prescindere da un’idea di Europa politicamente unita.

Leggi il seguito

Lombardi cede in fitto a Lotito il cavalluccio, torna la Salernitana

Saranno contenti “inceppati” (il sindaco di Salerno De Luca chiama così chi da tempo rivendicava il diritto al nome, al simbolo e ai colori) e non. Sarà contenta la città ma sarà contento tutto il mondo dello sport, perché torna ufficialmente la Salernitana calcio, dopo un anno di purgatorio con magliette a strisce blaugrana e dopo una lunghissima e snervante vicenda giudiziaria fatta di aste, ricorsi e bandi mal riusciti. Oggi la svolta. “La Salerno Calcio ed Energy Power comunicano di aver oggi raggiunto l’accordo in virtù del quale tutti i segni distintivi ed i beni immateriali della Salernitana Sport S.p.A. sono nella disponibilità del Salerno Calcio”.

Leggi il seguito

Esplode la rabbia a Salerno, lavoratori Cstp bloccano la città

Esplode la rabbia dei lavoratori e del Cstp, il consorzio pubblico dei trasporti salernitano: autobus fermi in Corso Garibaldi, in via dei Principati, nel cuore della città; almeno un centinaio di dipendenti del Consorzio salernitano, poco dopo le 19 di oggi, protesta per la mancata ricapitalizzazione della società di trasporto (foto). Sfiorata anche la rissa tra i manifestanti e la tensione resta alta, co

Leggi il seguito

Lotito non molla né Lazio né Salerno, De Laurentis vuole imitarlo

Moratoria di sei mesi per consentire a chi possiede più di un club professionistico di iscriversi al campionato mantenendone la proprietà. Mario Macalli, presidente della Lega Pro, ha così dato il via libera all’iscrizione del Salerno Calcio al campionato di Lega Pro permettendo a Claudio Lotito (foto) – proprietario di due società professionistiche – di iscriversi al prossimo campionato,

Leggi il seguito

Calcio in bolletta: torna la serie C dei derby e delle sfide del Sud

Un calcio “rivoluzionato” che guarda al futuro ma propone derby all’antica. Lo scenario è suggestivo: l’ormai sempre più probabile divisione unica a tre gironi per la lega Pro, porterebbe ad una serie interminabili di sfide tra avversarie storiche. Salerno, Nocera, Pagani, Avellino, Benevento, Sorrento, Arzanese, Perugia potrebbero (il condizionale è d’obbligo) ritrovarsi nello stesso girone e dar vita ad un campionato di serie C, (ops, meglio dire di Lega Pro) entusiasmante come pochi.

Leggi il seguito

Il gossip politico impazza su Fb e ce n’è anche per Mara e Marco

Non c’e’ politico senza Facebook. Il social network piu’ famoso del mondo straborda di profili – istituzionali o meno – di politici nostrani. C’e’ chi ricopia in pochi caratteri brevi spezzoni di comunicati stampa, chi tagga foto di convegni, chi virgolettati di discorsi. Poi c’e’ chi linka pagine di giornale, chi ricorda appuntamenti istituzionali. Ma c’è anche chi (pochi per la verità) si lascia andare a frasi personali per mostrare uno spaccato della propria vita meno “ingessato”. Ma come mai i politici utilizzano tanto il web? Così fan tutti, non c’è dubbio, soprattutto perché i social network sono oggi il piùpotente mezzo di comunicazione, arriva a giovani e meno giovani e consente quella interattività altrimenti impossibile. E poi, inutile dirlo, pur di avere un po’ di visibilità si fa questo ed altro.
Se ne sarà accorto il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, che cura personalmente il suo profilo Facebook (con oltre 19mila “mi piace”) e ogni giorno posta pensieri disparati, ma sempre in linea col suo ruolo istituzionale. Domenica scorsa aveva fatto gli auguri a Maroni per l’elezione a segretario della Lega Nord (puntualizzando “sul Sud non hai le idee chiare”), ieri chiedendo “un’azione più incisiva del Governo2.

Leggi il seguito

Maccauro (Confindustria): Burocrazia e grandi opere ferme frenano lo sviluppo

“Lavoro, sviluppo ed equità”: lo chiederanno questo pomeriggio i sindacati che scenderanno in piazza a Napoli per una mobilitazione che parte dalla Campania. Ma lo chiede anche Confindustria che, dall’altra parte della “barricata”, sa che per superare la crisi è necessario remare tutti nella stessa direzione. Ne è convinto Mauro Maccauro (foto), presidente di Confindustria Salerno e già presidente regionale dei giovani industriali.

Leggi il seguito

Altro che ingresso gratis ai bimbi, sui lidi pagano tutti: ecco quanto

Dalla Costiera amalfitana a Pontecagnano passando per Salerno. I balneatori insistono: nonostante la legge che impone l’ingresso gratuito agli under 12, senza soldi negli stabilimenti balneari non si passa. Si “salvano” solo i neonati (e ci mancherebbe). L’appello del presidente della regione Campania, Stefano Caldoro, è caduto nel vuoto. La nostra famigliola di Confronti (due adulti e due bambini di 2 e 4 anni) è andata in giro per lidi. E vedete il risultato. A Salerno città non va bene. Tra i pochi che rispettano (ma a modo loro) l’ordinanza della Regione Campania sono la Baia (gratuiti i bimbi fino a dieci anni) e l’Arcobalenò di Lungomare Marconi (dove i bimbi non pagano ma “dipende dall’età”). Al Lido La Conchiglia di Lungomare Tafuri (il tariffario è on line), ci sono

Leggi il seguito

In Campania under 12 gratis nei lidi, ma legge sabotata dai balneatori

Entrata gratis in tutti gli stabilimenti balneari della Campania per i minori di 12 anni. È legge della Campania ma nessuno la rispetta. I bagni sono “proibiti” per le famiglie che, alla vigilia della stagione estiva, si vedono presentare tariffari ben diversi da quelli promessi, due mesi or sono, da Fulvio Martusciello e Daniela Nugnes, rispettivamente capogruppo e vicario del Pdl al Consiglio regionale e primi firmatari della legge.

Leggi il seguito

In Veneto gridano al miracolo per i tagli del “loro” Bortoletti all’Asl

Sanità, il miracolo del carabiniere veneto. L’articolo, firmato da Eduardo Sivori, e’ stato pubblicato questa mattina sul Corriere del Veneto, edizione locale del Corriere della Sera, a pagina 8. Fin qui nessuna notizia. Ma la notizia, a leggere tra le righe, c’è eccome perché’ si parla addirittura di un “Caso al Sud” e ancora più precisamente di Salerno e della sua Asl. Il miracolo in questione sarebbe firmato Maurizio Bortoletti (foto), “veneto di adozione” si legge nel pezzo, “fiero sostenitore della semplice, a volte noiosa, ma sempre sana normalità”.

Leggi il seguito

Miracolo dei “chiancarelli boys” contro il promessometro deluchiano

Stazione marittima e Palazzetto dello Sport? Avvio opera nel 2005, previsione fine lavori 2008, ritardo quattro anni. Quattro anni di ritardo anche per Cittadella giudiziaria e Lungoirno. Metropolitana leggera: avvio opera nel ’99, chiusura lavori prevista nel 2002, ritardo dieci anni. E poi una lunga sfilza di incompiute, annunciate e mai avviate: convento di San Francesco, Palazzo san Massimo, Palazzo Fruscione, Acquedotto medievale, rinascimento degli arenili, riqualificazione del Lungomare. Senza dimenticare il Crescent, opera per adesso bloccata. Ecco il ‘promessometro’ del sindaco De Luca, ultima idea nata in casa ‘chiancarella’, gruppo spontaneo nato nel novembre scorso grazie al tam tam mediatico e oggi affiatata combriccola di quasi 6mila simpatizzanti, apartitica – assicurano – ma in strenua opposizione al sindaco De Luca.

Leggi il seguito

Maurizio Solieri conferma il clima da duello ma… suona Vasco

Avrà pure litigato via facebook con Vasco Rossi (o forse sarebbe il caso di dire che Vasco ha litigato con lui?) ma il chitarrista Maurizio Solieri (foto), sul palco a Lancusi (SA), nel primo concerto del dopo litigio via web, suona…Vasco.
Accompagnato dalla band Custodie Cautelari, applaudito da centinaia di appassionati che ancora riconoscono in lui l’alter ego chitarristico del Vasco nazionale, Maurizio Solieri arriva sul palco accompagnato dalla sua inseparabile chitarra e da una premessa del cantante: “Ne avete lette di tutti i colori sul web e sui giornali ma state tranquilli, non è successo niente. Assolutamente niente”.
Lui, Solieri, imbraccia la chitarra elettrica e inizia a suonare tre “classici” che hanno reso famoso il Blasco: “Dimentichiamoci questa città”, “Brava Giulia”, “Sono ancora in coma”.

Leggi il seguito

Il penalista Maiello: istituire un’Agenzia per la trasparenza

“L’area della corruzione è così estesa che evidentemente riduce anche la possibilità della denuncia. Se, come dice la Procura Distrettuale Antimafia, il cartello di imprese, attraverso meccanismi di reciproca gestione e compiacenze, dominava le gare di appalto della Provincia di Salerno, non tardo ad immaginare che si sia trattato di un sistema che accontentava un po’ tutti”. Vincenzo Maiello è docente di diritto penale all’Università Federico II di Napoli e analizza per Confronti la notizia degli arresti avvenuti oggi in provincia di Salerno. Società e tecnici compiacenti, offerte concordate a tavolino, un sistema che ha “paralizzato” gli appalti, secondo la Procura distrettuale antimafia, dal 2001 al 2008.

Leggi il seguito

Aliberti: ora vi dico chi sono Lombardi e Lotito…

Aniello Aliberti (foto) è un uomo col senso dell’umorismo. Nonostante da sette anni viva ormai tra lavoro (come direttore generale dell’azienda di famiglia) e aule di Tribunale (per una causa intentata contro la Figc e un’altra con l’Agenzia delle Entrate), nonostante la sua Salernitana 1919 sia stata dichiarata fallita, nonostante tutto, insomma, riesce a sorridere con ironia: “Mi resta la Corte Europea di Strasburgo. Mal che vada, nel testamento lascerò le cause ai miei figli”.

Leggi il seguito

Pizzul: Lotito è l’uomo giusto per il riscatto del calcio salernitano

È la ‘voce’ più famosa d’Italia. Da calciatore ha marcato Omar Sivori, da telecronista ha seguito la Nazionale per cinque mondiali. Eppure si schernisce: “Parlavo di ventidue uomini in mutande che rincorrevano un pallone”.
Bruno Pizzul (foto) è così: schivo, riservato, colto. Telecronista per caso e professore per amore.

Leggi il seguito